stampa facebook
13
GIU
Cibo come nutrimento dello spirito. Officine Tamborrino per Lectorintavola

Officine Tamborrino è partner di Lectorintavola, il 15 e il 16 giugno a Conversano,  rassegna che riflette sul cibo inteso come nutrimento per il corpo e lo spirito. 
Oltre che fornire parte dell'allestimento del festival, sabato alle 18.00 la food designer Giulia Soldati cucinerà live sull'iconica QCina per l'evento eccezionale "Contatto Experience".


Per la designer milanese il cibo è uno strumento per indagare il rapporto con il nostro corpo. In "Contatto Experience" si vivrà un nuovo approccio con la materialità del cibo, rimuovendo gli oggetti che creano distanza tra il corpo ed il cibo come le posate ed i piatti. 

Cosa si mangia, oggi? Quante volte lo abbiamo sentito dire, quante volte lo abbiamo chiesto? È senza ombra di dubbio la domanda più ripetuta ed è forse la frase più tradotta in tutte le lingue del mondo: “Cosa si mangia, oggi?”. Una domanda universale che pre- tende risposte sempre meno superficiali e approfondimenti, analisi, riflessioni che ci riguardano sempre di più. 

Per questo motivo da Lectorinfabula european cultural festival nasce l’esperienza di LectorinTavola, uno spazio
di riflessione intorno al cibo inteso come nutrimento per il corpo e lo spirito.
Il cibo rappresenta la nostra storia, la memoria e quello che siamo oggi. Un continuo scambio e intreccio di culture di- verse, un sovrapporsi di sistemi produttivi, sperimentazioni, «rivoluzioni» nel senso letterale della parola.
C’è anche un’altra questione: la responsabilità.
Cosa mettiamo nei nostri piatti e dove finisce quello che resta? La fame e lo spreco di cibo sono due facce della stessa medaglia. Le nostre scelte alimentari impattano sull’ambiente in modo determinante, non meno dei trasporti, del riscaldamento degli edifici e dell’utilizzo di energia elettrica.
Si avverte perciò sempre più il bisogno di prendere in mano la nostra relazione con il cibo, suscitando le domande da dove viene? Cosa contiene? Come è preparato? Quali condizioni ci vengono offerte per scegliere?
Interrogarsi su questi temi significa entrare in contatto con chi ha coltivato, trasformato, cucinato il cibo che mangiamo. E ciò, ci conduce verso la relazione tra le persone e la “Madre Terra”.

Qui il programma 


stampa facebook