stampa facebook
17
DIC
OT incontra Anna Nacci e We are The Children

In occasione di "Un incontro al mese" il 20 dicembre incontreremo Anna Nacci, musicista, sociologa, counselor, redattrice radiofonica e project manager.

Anna Nacci dal 2014 ha messo in essere un progetto umanitario che prevede tre tappe, destinato ai minori, WE ARE THE CHILDREN

Dopo aver lavorato con i minori a rischio negli anni '90, e dopo aver corroborato le proprie esperienze a Londra con minori a rischio e adulti vulnerabili, Anna Nacci ritiene di voler tornare a lavorare con i bambini. Ma questa volta a livello internazionale, usando sempre la Musica, per poter ancora una volta creare solidarietà, crescita, conoscenza.

E' il tempo di progettare WE ARE THE CHILDRENè il tempo di creare un link fra i bambini italiani e quelli africani, di seminare fratellanza nelle generazioni di domani, nella convinzione che solo lavorando con in bambini si possa coltivare il seme dell'accoglienza e della pace per le generazioni a venire. E' il momento di riconoscere nei bambini degli altri i nostri bambini, e il bamino che siamo stati e che vivrà per sempre in noi.

Il progetto WE ARE THE CHILDREN nasce da percorsi tracciati dall’ascolto e dall’osservazione, dai processi educativi e di sostegno portati avanti col supporto della musica, dalla forte convinzione che l’essere umano è sempre in cammino alla ricerca di apprendimento, cambiamento e miglioramento.

WE ARE THE CHILDREN è stato chiamato così perchè NOI siamo i bambini, perchè dentro di noi vive sempre il bambino che siamo stati, perchè riuscire a prenderci cura di lui significa saper meglio gestire la nostra emotività e meglio relazionarci con gli altri e con i bambini degli altri;perchè a cominciare dai bambini possiamo certamente costruire un futuro migliore, all'insegna dell'accoglienza, della pace, della fratellanza. 

I bambini non fanno distinzioni di colore di pelle, di linguaggio, di religione. Loro hanno sempre un modo per comunicare, stare insieme e giocare. E' l'adulto che spesso gli infonde insicurezze, timori e pregiudizi. Allora ricordiamoci il bambino che eravamo e curiamolo come ogni bambini ha diritto ad essere curato.

Il primo step del progetto si è svolto tra Ostuni e il Ghana. Ora è tempo di organizzarsi per il secondo step, in Kenya.

Durante la serata si raccoglieranno offerte per il progetto “We are the children” e accaddranno inedite incursioni musicali. 

Vi aspettiamo numerosi e generosi. 
Un piccolo gesto per un grande progetto.

 

Evento su FB: https://www.facebook.com/events/770752856384100/ 

Il 20 dicembre 2015

ore 19.00

Store Officine Tamborrino

 

L'Associazione Culturale “Folletti e Folli”, in collaborazione con il Centro di Cultura Donato Cirignola, Officine Tamborrino e Associazione “Tarantula Rubra”, presenta da novembre 2015 ad aprile 2016 “Un Incontro al Mese”; Rassegna semiseria, che ospita personaggi interessanti del territtotio o che hanno legami con esso: artisti, scrittori, uomini di scienza, cantautori La formula è quella di provare a “ conoscere se stessi “, far emergere essenzialmente “ la persona ”, partendo dal vissuto e dal quotidiano, percorrendo la strada delle emozioni condivise per arrivare quasi sempre all’opera creativa. 

 

 


stampa facebook