stampa facebook

News

Image
19
LUG

Ostuni città dell'innovazione con CREA

Lunedì 24 luglio 2017 prende il via ad Ostuni la seconda Summer Academy di CREA 2017, un progetto alla sua terza edizione, nato all’interno del programma Europeo Horizon2020 e guidato dal Dipartimento di Design del Politecnico di Milano con l’obiettivo di avvicinare all’imprenditoria i giovani, utilizzando l’approccio del design unito all’ICT come vantaggio competitivo.

Durante i 15 giorni intensivi della Summer Academy si alterneranno lezioni, attività pratiche e dibattiti in diversi punti della città. Giovani studenti, neolaureati e professionisti provenienti da tutto il mondo (Puglia compresa), capiranno che fare impresa è un’avventura emozionante e ha nel suo significato più ampio il “creare valore”.

I due team di studenti più promettenti avranno la possibilità di confrontarsi con i loro colleghi delle altre Summer Academy europee; presenteranno il loro progetto di fronte a una giuria di esperti e investitori al Contest internazionale di CREA che si terrà nell’autunno 2017.

Nel corso della Summer Academy si svolgeranno inoltre 8 CREA Open lecture: momenti di incontro e formazione serali in lingua inglese durante i quali esperti nazionali, internazionali e startup condivideranno il loro sapere e punto di vista sia con i partecipanti della Summer Academy che con studenti locali, start-uppers, imprenditori, autorità e chiunque possa essere interessato.

Queste “Open Lectures” si terranno nel suggesstivo contesto del “Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia meridionale” e saranno un occasione per condividere con questi ospiti, esperti e neo-imprenditori cosa vuol dire fare impresa oggi mettendo a sistema CREATIVITÀ, ICT (Information and Communication Technology) e CAPACITÀ IMPRENDITORIALE, a partire dai talenti del territorio per favorire uno sviluppo sostenibile dello stesso e possibilità di lavoro.

Le serate vogliono trasmettere a tutti un messaggio semplice: fare impresa oggi non è solo una dimensione di business ma è parte della cultura della contemporaneità e con essa ci si deve confrontare.

CREA Summer Academy ad Ostuni è resa possibile grazie alla preziosa sinergia e supporto fra partner locali e nazionali:

• CILAB – Creative Industries Lab | Dipartimento Design Politecnico di Milano

Cilab è un Laboratorio di Ricerca del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano.

È un network di docenti, ricercatori e professionisti che “viaggiano” nella galassia delle industrie culturali e creative e del design, per portare valore alle imprese attraverso un approccio che fa leva sull’innovazione guidata dal design (design driven innovation).

• Officine Tamborrino

Officine Tamborrino è un brand aperto al confronto con progettisti esterni. Un laboratorio creativo che partendo dalla ricerca sulla materia e dalla competenza nella lavorazione dell’acciaio, sviluppa oggetti d’arredo unici ispirati ai valori della sostenibilità e della qualità. Un giovane marchio la cui storia invece inizia già dal 1957 quando la famiglia Tamborrino aprì il primo laboratorio artigianale di arredamenti in metallo per l’ufficio, da lì l’azienda si ingrandì fino a diventare una realtà industriale come Scaff System.

 

• Centro di Cultura Donato Cirignola

Attraverso la ricerca, lo studio, il dibattito, il centro tende a coltivare nei giovani una coscienza critica capace di giudizi e di scelte autonomi. Attinge al patrimonio del pensiero cristiano ed elabora proposte adeguate alle istanze e ai problemi del presente. È aperto al confronto con quanti cercano la promozione integrale dell’uomo, anche se aventi altre e diverse ispirazioni culturali.

 

• Comune di Ostuni

Municipalità di Ostuni detta anche Città Bianca, per via del suo caratteristico centro storico che un tempo era interamente dipinto con calce bianca, oggi solo parzialmente. Il suo territorio è parte integrante della Murgia meridionale, al confine con il Salento.

• ADI -Associazione per il disegno industriale, delegazione Puglia e Basilicata

L’ADI riunisce dal 1956 progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione. E’ protagonista dello sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico.

Il suo scopo è promuovere e contribuire ad attuare, senza fini di lucro, le condizioni piu appropriate per la progettazione di beni e servizi, attraverso il dibattito culturale, l’intervento presso le istituzioni, la fornitura di servizi.

• Distretto Produttivo Puglia Creativa

Pioneristico laboratorio progettuale a livello nazionale, il DPPC ha l’obiettivo di essere punto di riferimento per le giovani imprese in start up, per i professionisti che rischiano di essere esclusi dalle opportunità di sostegno per mezzo dei fondi comunitari, per tutte le imprese culturali del territorio interessate ad avviare una politica di alleanze progettuali, al fine di operare un coinvolgimento diretto nello scambio di servizi e nella progettazione di iniziative di confronto professionale.

 

• CETMA

Il CETMA, Centro di Ricerche Europeo di Tecnologie, Design e Materiali, è un’ Organizzazione di Ricerca e Tecnologia (RTO) con sede a Brindisi. Svolge da oltre 20 anni attività di ricerca applicata, sviluppo sperimentale e trasferimento tecnologico nel settore dei materiali avanzati (compositi, polimeri, materiali bio-based e da riciclo), dell’ICT (sviluppo di software specialistici per applicazioni innovative nell’ingegneria, nella produzione e nei servizi) e dello sviluppo di prodotto con attività esterna senza scopo di lucro e reinveste tutti gli utili in progetti di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico.

 

MEDIA PARTNER

• Archiproducts

Archiproducts è la piu grande fonte di informazioni per trovare ispirazione online su design e architettura. 150,000 prodotti, 3,500 brand, 120,000 progetti oltre 1 milione di foto. Pubblicato in 11 lingue, seleziona in giro per il mondo brand storici, innovativi e young label. Rappresenta un punto di ispirazione per architetti, designers, arredatori e amanti dell’arredamento.

 

 


Cos’è CREA?

LEARN HOW TO BECOME A startup

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT e un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel a queste start up.

CREA offre un percorso di training a 360 gradi, che accompagna e guida i partecipanti dall’ idea iniziale, attraverso l’identificazione delle opportunità di mercato, la concettualizzazione e pianificazione di un modello di business, fino alla formazione di una nuova start-up. Ma non solo: una giuria qualificata seleziona alla fine del percorso le idee migliori, le quali avranno l’opportunità di presentare i progetti di fronte a possibili investitori in un contest internazionale.

 

La storia di CREA

CREA nasce come progetto europeo, all’interno del programma Horizon2020, il programma europeo per la ricerca e l’innovazione. Il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano è a capo della partnership che ha sviluppato questo progetto. Questo consorzio è composto da 9 istituzioni provenienti da 7 nazioni Europee, specializzate nelle attività di formazione all’imprenditorialità. Nasce così un modello di Summer Academy con l’obiettivo di supportare idee fresche e coraggiose, che uniscano all’imprenditorialità, creatività e ICT, come driver di innovazione.

I numeri di CREA

A termine della seconda edizione, CREA ha raccolto più d 800 application da studenti provenienti da 200 differenti università europee.

Ecco i risultati prodotti durante le 13 summer academy, nei primi due anni:

• 300 partecipanti da 68 nazioni diverse

• 70 idee di business

• 26 team hanno partecipato ad un business contest internazionale

• 6 team hanno vinto un programma d’incubazione

• 2 start-up costituite grazie a CREA

 

#CREA17

Il 20 febbraio 2017, è stata aperta la call for ideas della 3° edizione di CREA!

La call, pubblicata su www.creasummeracademy.eu è aperta ad application di singoli o team con una idea di business o più semplicemente con il desiderio di approfondire le proprie skill.

Partecipando ad una delle CREA Summer Academy, i partecipanti iscritti in Università europee potranno inoltre ottenere 3 crediti (CPU/ECTS).

I selezionati per le Summer Academy affronteranno tre step principali di attività: un’attività di training intensivo, una successiva fase di mentoring e prototipazione e la partecipazione ad un evento internazionale: il CREA International Business Idea Contest.

Alla fine del programma di formazione intensivo dalla durata di due settimane, i team verranno supportati da esperti in una fase di mentoring che culminerà in una sessione di Rapid Prototyping con l’obiettivo di realizzare primi prototipi dell’idea di business. Una giuria qualificata selezionerà le due idee migliori per ogni Summer Academy, che nell’autunno 2017 parteciperanno al CREA International Business Idea Contest, evento nell’ambito del quale i giovani startupper presenteranno il loro progetto ad un panel di investitori. I vincitori avranno accesso a servizi di incubazione presso incubatori di tutta Europa.

 

 

Ufficio stampa

CILAB - Creative Industries Lab

cilab-design@polimi.it

 

 

Image
14
LUG

OT supporta la seconda edizione di CREA Ostuni. Dal 24 luglio al 4 agosto.

A Ostuni giovani menti da tutto il mondo per sviluppare idee di impresa e innovazione. CREA Summer Academy 2017.

Partner ufficiale Officine Tamborrino.

Dal 24 luglio al 4 agosto Ostuni si rinnova per il secondo anno città dell’innovazione e della ricerca internazionale: giovani di tutte le nazionalità seguiranno nella città bianca i corsi della Summer Accademy Crea e

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT, seguito da un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel alle giovani start up.

Officine Tamborrino ha fortemente voluto questo progetto fin dalla sua prima edizione, consapevole di quanto il design sia leva per lo sviluppo e la crescita di un territorio.

La prospettiva accademica e imprenditoriale in CREA si fondono dando così l'opportunità agli studenti di beneficiare della conoscenza e esperienza di professionisti da tutta Europa.

Dopo l’intenso corso di formazione i team verranno supportati da esperti in una fase di mentoring che culminerà in una sessione di Rapid Prototyping con l’obiettivo di realizzare primi prototipi dell’idea di business. Una giuria qualificata selezionerà le due idee migliori per ogni Summer Academy, che parteciperanno al CREA International Business Idea Contest, ospitato da SMAU Milano, uno dei più importanti eventi nell’ambito di innovazione e ICT.

Officine Tamborrino è tra i principali  partner di Crea, facendosi coinvolgere in prima persona negli appuntamenti aperti al pubblico, ospitando sia l’apertura del corso che  la presentazione dei lavori finali e la loro premiazione.

CREA

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT, seguito da un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel alle giovani start up.

Nel suo primo anno di attività, ha raccolto oltre 300 application dando la possibilità ai 130 partecipanti selezionati di frequentare una delle 6 summer academy europee. 11 team, per un totale di 50 studenti hanno presentato le loro idee al primo CREA ICT BUSINESS IDEA CONTEST che è stato ospitato dalla Commissione Europea a Ottobre presso il convegno "ICT 2015 - Lisbon”.

 Per aggiornamenti seguire la pagina di CREA Ostuni

Image
4
LUG

Progettare Esperienze. Grande successo di contenuti e pubblico per individuare la strategia vincente e di qualità.

Grande successo per l’incontro organizzato da Officine Tamborrino e Scaff System in collaborazione con il Corso di Alta Formazione Wine & System Design di PoliDesign. 
Nei suggestivi spazi della fabbrica di Ostuni  "Dalle etichette agli spazi e oltre per l'agroalimentare" ha guidato i numerosi partecipanti attraverso i metodi più innovativi e le buone pratiche per valorizzare il proprio prodotto la propria storia di impresa.

Le ore di formazione sono state organizzate come un vero e proprio caleidoscopio di discipline e punti di vista.

Ha aperto il pomeriggio di studi Licio Tamborrino ( Ceo Scaff System e Officine Tamborrino) spiegando quanto sia oggi una necessità sistematizzare e creare una strategia di sviluppo personalizzata in un settore così importante in Puglia come quello agrolimentare. Già da tempo la Scaff System è fornitrice di strutture per la logistica del settore vitivinicolo e recentemente l'azienda ostunese si è specializzata nelle più sofisticate tecnologie di automazione ( con la collaborazione del gruppo Elevo) .

Quindi dallo scaffale  alla movimentazione fino al luogo dell'accoglienza con il brand Officine Tamborrino che disegna e arreda luoghi volti ad esaltare il vino e la sua identità.

L'intervento invece del prof. Luca Fois ( Creative advisor, docente Politecnico e Cilab) si è concentrato sulla forza di una strategia di comunicazione, tra valori materiali e immateriali, suggerendo alcuni principi fondamentali per veicolare un messaggio efficace, uno su tutto l'essenzialità. Come nella tauromachia di Pablo Picasso in cui all'artista cubista bastavano pochi segni per esprimere la forza, l'identità e il movimento del toro, così una buona strategia elimina tutto ciò che c'è di superfluo e rivela l'essenza e l'unicum del prodotto.  

Interessante intervento fuori programma di Domenico Ocone che ha raccontato l'azienda di famiglia Ocone Vini e il felice territorio del Sannio per testimoniare realtà e terroir diversi. 

Il mondo  del vino è stato poi analizzato dal punto di vista di luogo di una storia e luogo che accoglie,  gli architetti Aldo Flore e Rosanna Venezia hanno presentato in anteprima un loro nuovoprogetto per l'azienda CentoVignali di Bari, un suggestivo lavoro architettonico volto a un equilibrio visivo tra la vigna e la cantina. 

Silvia Ghirelli (Hospitality e PR Manager) ha aperto immaginariamente le porte delle spettacolari cantine per cui lavora, le cantine delle aziende Petra e Terre Moretti. Queste due eccellenze sono il simbolo di come il mondo del vino possa essere leva per importanti progetti culturali e allo stesso tempo essere incredibilmente comunicato attraverso la cultura, l’architettura o l'arte visiva. 

Poi la volta di Giacomo Mojoli ( giornalista e co-fondatore di Slow Food) il quale ha voluto lanciare una provocazione riflettendo su come siano cambiate le sensibilità e il modo di vivere il vino, auspicandosi una rivoluzione del settore che segua le esigenze del consumatore e della società, costruendo ad esempio dei luoghi del vino  flessibili e a misura d'uomo.

Arianna Vignati (Strategic design e Managment design Politecnico di Milano) ha condiviso con gli ospiti i passi fondamentali per la definizione dell'export e dell'internazionalizzazione, spiegando che si tratta di una progettazione innescata da precisi meccanismi. 

Infine due case history. 
Roberto Ocone ha raccontato il progetto del Vino Sciur, un vino totalmente creato e sviluppato dal corso di Cilab e che rappresenta un nuovo modo di concepire l'enologia improntata alla sostenibilità a 360 gradi, dalla gestione del vigneto all’utilizzo dell’acqua, dal packaging al rispetto del territorio. 

In fabbrica è stata allestita per l’occasione una mostra delle più belle e sofisticate etichette prodotte da Artconvert, 54 opere di grafica con carta Fedrigoni, un viaggio nella creatività visiva legata al vino.

A chiusura della giornata, WalkingWine il neonato progetto di enoteca mobile, un apecar dedicato esclusivamente al vino pugliese e che raggiunge  luoghi suggestivi con i panorami più inconsueti per regalare un' emozione.

La grande partecipazione e attenzione del pubblico ha stimolato ScaffSystem e Officine Tamborrino nel continuare il lavoro con il Cilab e decidendo così di organizzare per dopo l'estate un nuovo momento di confronto e di formazione.

“A dopo la Vendemmia “ quindi,  per imparare, parlare, ascoltare e gustare la qualità ben progettata!

 

 

Image
21
GIU

Progettare Esperienze // Wine & System Design

Primo di una serie di incontri organizzati da Officine Tamborrino e Scaff System in collaborazione con il Corso di Alta Formazione Wine & System Design di POLI.design. 
"Dalle etichette agli spazi e oltre per l'agroalimentare" rappresenta un pomeriggio di approfondimento e formazione attraverso cui accrescere la conoscenza di metodi e buone pratiche per valorizzare le attività del vino e dell'agroalimentare. 
Una serie di interventi e case history per individuare le qualità tangibili e intagibili del vino e dei cibi con strumenti opportuni in una strategia vincente, perchè oggi il business della filiera agroliamentare si giuoca sulle capacità di racconto della cultura e del territorio in cui nasce il prodotto.

Per partecipare confermare a: info@officinetamborrino.com 

Qui sotto il programma dettagliato 

Image
19
GIU

Caos nella mostra di Alessandro Guerriero al Must di Lecce

“Alessandro Guerriero: al diavolo Alchimia!” a cura di Cintya Concarie Roberto Marcatti.

Tutto è in prestito, non esistono spazi, non esiste struttura e i luoghi sono molti. Stiamo parlando della mostra “Alessandro Guerriero: al diavolo Alchimia!” a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti allestita presso il Must di Lecce, dove tutto ciò che viene esposto per raccontare i quaranta anni del movimento Alchimia è originale, discontinuo e destrutturato. Attore principale della mostra è l’imprevedibile attività mentale come fenomeno di comunicazione spontanea, solitaria o in gruppo. I suoi riferimenti sono i diversi, le avanguardie, i paranoici, i selvaggi, gli umanisti, le culture arcaiche e oggi più che mai, il sociale. 

Il movimento Alchimia nasce a Milano nel 1976 per opera di Adriana e Alessandro Guerriero. Siamo nel pieno degli anni 70, anni “creativi” presupposto per la futura svolta economico-sociale, gli anni di Marcuse e della contestazione giovanile nel mondo occidentale. Intorno al movimento Alchimia esplode l’Hi-Tech, nascono i moderni computer,Hollywood diventa la “mecca del cinema” e le radio cambiano il loro linguaggio, nasce la musica disco, impazzano gruppi come i Bee Gees, gli Abba, Donna Summer, i Matia Bazar. Il look è caratterizzato dai colori e dalle stampe, fiori enormi e disegni geometrici. La minigonna di Mary Quant e il marchio Ray Ban con i suoi occhiali a specchio sono un must.  Nasce il “consumismo”. Si va verso gli anni “da bere”, anni della esplosione del marketing e della comunicazione di prodotto e d’impresa.  Sono gli anni del novello mito, l’immagine. 

Un insieme di teste brillanti all’interno di Alchimia, da Alessandro Mendini a Ettore Sottsas, da Andrea Branzi a Riccardo Dalisi, tutti con la stessa e identica pulsione ma con specificità e primati differenti, cambiano il sistema del design internazionale, raccogliendo l’eredità degli anni radicali, registrando l’effervescenze della società civile di allora, svecchiando il mondo del progetto tra arti decorative e design con un mondo di forme libere, sperimentali e innovative nel loro segno provocatorio e rumoroso. Si prepara la strada all’uragano del gruppo Memphis costituitosi nel 1980 a Milano a seguito di una riunione nella casa di Ettore Sottsass a cui parteciparono Michele De Lucchi, Aldo Cibic, Matteo Thun, Marco Zanini, e Martine Bedin, e del gruppo Zeus del 1984 con Maurizio Peregalli, Sergio Calatroni, Marco Tini, Davide Mercatali, Ettore Raffaldi, Mizio Turchet, Cinzia Tomaciello, Walter e Roberto Marcatti.

Nel 1982 Alessandro Guerriero partecipa alla fondazione della scuola di design Domus Academy in cui siinizia ainsegnare teoria e pratica di una nuova progettualità. Nel 1984 inizia una Nuova Alchimia con il marchio Zabro ed è l’imprenditore Aurelio Zanotta a favorire questa collezione di carattere post industriale. "Alchimia" diventa sempre più un luogo di ricerca sul design, l'architettura e la moda. È un luogo di contaminazione di linguaggi. La stretta collaborazione tra Alessandro Guerriero e Alessandro Mendini, insieme allo studio fotografico Occhiomagico, produce 24 copertine per la rivista Domus negli anni 1982,1983 e 1984, che testimoniano la svolta imposta alla fotografia che racconta di paesaggi progettati, di oggetti immaginati, di abiti di là da venire. La fotografia comincia a rappresentare in maniera verosimile il progetto e non l'oggetto. E ancora nel 1988 Alessandro Guerriero fonda la rivista Ollo, rivista senza messaggio, fatta di cento pagine non rilegate e non numerate e di sole immagini.

Passata la “magia” dei rampanti anni Ottanta, gli anni Novanta imboccano la strada di un più sobrio realismo, che inizia a fare i conti con le difficoltà della globalizzazione. Un decennio fra la “Milano da bere” ormai finita e un futuro che non presagiva rose e fiori. 

Nel 1992 si conclude il sogno Alchimia ma non il lavoro alchemico di Alessandro Guerriero. Gli anni novanta e duemila lo vedono protagonista della nascita di Futurarium, scuola di progetto che confluirà nella NABA (Nuova Accademia di Belle Arti)  di cui sarà Presidente per anni.

Gli anni 2000 sono caratterizzati da una società dominata dalla solitudine e dalla incomunicabilità, una società sempre più competitiva e indaffarata con poche nascite e famiglie di dimensioni sempre più ridotte in cui l’impegno e la creatività di Alessandro Guerriero si pone a tutto tondo a servizio del volontariato e dell’associazionismo usando la stessa formula alchemica sperimentata già quarant’anni prima.

Esempi straordinari i laboratori di autoproduzione di oggetti di design, come quelli della Cooperativa del Granserraglio fondata da Alessandro Guerriero nel 1997 con il detenuto Saverio Pisani e padre Vincenzo Musitelli, presso il carcere di San Vittore di Milano, divenuta ormai una struttura stabile che realizza manufatti di grande originalità o la nascita della scuola Tam Tam, scuola libera di progetto o del progetto liberato che sottolinea ancora una volta la sua infinita progettualità.

E di recente i progetti Normali Meraviglie, esposto quest’anno alla Triennale di Milano e Sedie d’autore, altro progetto ambizioso realizzato nei laboratori di terapia della Sacra Famiglia di Cesano Boscone  trasformati per l’occasione, in “labirinto di idee”. Tutti gli oggetti prodotti sono realizzati da persone con disabilità che decorano e abbelliscono una serie di sedie progettate da Alessandro Guerriero ed esposte al Salone del Mobile 2017, dove la debolezza e la fragilità delle persone “diverse” diventano un valore aggiunto.

La libreria CAOS  di Officine Tamborrino è stata selezionata dai curatori tra gli oggetti in mostra più significativi della produzione del Maestro Guerriero. 

La mostra inaugura venerdì 23 Giugno alle ore 19.00

“Alessandro Guerriero: Al Diavolo Alchimia” rimarrà aperta al pubblico fino al 30 ottobre 

  

Image
13
MAR

C_LEAN WORKING. IL PROGETTO DI OFFICINE TAMBORRINO PER IL SALONE DEL MOBILE 2017.

C_Lean Working è un concetto di spazio e di design presentato da Officine Tamborrino al Salone del Mobile 2017, che trova al centro la persona e la qualità del tempo.

Clean come sinonimo di purezza, semplicità e simbiosi con la natura.

Lean intesa come organizzazione del lavoro secondo i principi che caratterizzano questa filosofia introdotta dai giapponesi agli inizi degli anni ‘80. 

Dall’incontro tra queste due visioni nasce C_Lean  Working, espressione dei valori e della ricerca condotta da Officine Tamborrino per immaginare una nuova dimensione dello spazio e fare un design che incontri le sensibilità nella vita di ogni giorno, senza distinzione tra lavoro e privato, tra ufficio e casa.

Lo spazio di Officine Tamborrino nel Salone 2017 racconta il viaggio iniziato con progettisti, creativi e tecnici di produzione alla ricerca di nuovi linguaggi dell’abitare la casa e l’ufficio con gli oggetti che ci seguono e ci appartengono.

 

REGISTRATI

Image
25
FEB

OFFICINE TAMBORRINO PARTECIPA AL SALONE DEL MOBILE.

Officine Tamborrino partecipa per la prima volta al Salone del Mobile e presenta in Worklplace3.0  una  visione di spazio di lavoro in naturale continuità con lo spazio della vita.

Il Salone del Mobile 2017 rappresenta per Officine Tamborrino la sua quinta partecipazione alla Milano Design Week.  Tre anni al Ventura Lambrate Design District e lo scorso anno la presentazione presso il suggestivo Spazio Adi di via Bramante della collezione e dell’astronave di Alessandro Guerriero.

Ambizione di Officine Tamborrino è proporre anche nell’ambito ufficiale del Salone la sua identità di laboratorio creativo che mette in dialogo la sua collezione di prodotti con contenuti di ricerca e di contaminazione tra discipline.  

Officine Tamborrino presenterà al Salone C_LEAN Working, uno spazio declinato sulla persona e sulla qualità del suo tempo: lo  spazio di lavoro che si umanizza e si vitalizza.

Il modo di concepire il lavoro è fondamentalmente cambiato, il lavoro è sempre più smart e flessibile, così come la percezione del tempo e dello spazio di lavoro. Quindi il luogo in cui lavorare deve costruirsi sulla flessibilità e guardare anche allo spazio di vita.

C_LEAN Working  sarà uno spazio ibrido che mischia il concetto di ufficio con quello di spazio privato in cui ritrovare più facilmente armonia e flusso creativo. 

Durante i giorni del Salone 2017 Officine Tamborrino presenterà anche la sua riflessione su come stia cambiando lo spazio del lavoro e come il design debba rispondere a questa trasformazione.

Salone del Mobile - Workplace3.0

Padiglione 24, Stand F05

4 -9 aprile 2017

Image
2
DIC

INTERNI BONETTI A TORINO

Interni Bonetti di Torino, il negozio selezionato di Officine Tamborrino, invita clienti e amici a un fine settimana ricco di eventi e idee.

Sabato 3 dicembre lo spazio di Via Carlo Alberto dedicato all’arredo e all'arte inaugura  la seconda edizione del “Natale degli Artisti”. Proposte regalo che coniugano la ricerca del bello con l'unicità del pezzo unico d'artista e fcon l'oggetto funzionale di design. 

Domenica 4 dicembre invece Interni Bonetti parteciperà all'evento  "Regali da Principi"con sua una selezione di opere e oggetti appositamente realizzati per “Natale degli Artisti” di Interni Bonetti da giovani creativi e affermati designer.

3 dicembre 2016 > Natale degli artisti - Interni Bonetti, via Carlo Alberto 44, Torino

4 dicembre 2016 > Regali da Principi -Hotel Principe di Piemonte, via Piero Gobetti 15 - Torino

 

INTERNI BONETTI 

 

 

 
Image
25
OTT

OFFICINE TAMBORRINO AD ARTLAB16

ArtLab 16 a Lecce sullo sviluppo delle imprese culturali e creative. Il 27 e 28 ottobre il Castello Carlo V di Lecce ospita per il sesto anno consecutivo ArtLab: l’ultima tappa dell'edizione 2016 è dedicata in particolare al ruolo delle imprese culturali e creative all’interno del Ciclo di programmazione comunitaria 2014-2020.

Officine Tamborrino è invitata ad  insieme a Primato Pugliese e a Puglia Design Store a raccontare e ragionare sullo stato attuale del Design in Puglia.

Giovedì 27 ottobre al centro del dibattito sarà il ruolo delle politiche di Coesione Europee 2014-2020 per la cultura, la creatività ed il turismo, attraverso i programmi nazionali e regionali (PON Cultura e sviluppo asse 1-2, Piani Operativi Regionali) e i regimi degli Aiuti di Stato a sostegno dell’impresa culturale e creativa. Al confronto prenderanno parte tra gli altri, insieme ai rappresentanti delle Regioni del Mezzogiorno, Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio, Regione Puglia e Loredana Capone Assessore Sviluppo Economico e Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali, Regione Puglia. Una sessione sarà inoltre dedicata ai primi strumenti d’ingegneria finanziaria per l’accesso al credito delle imprese creative e culturali pugliesi realizzati da Cofidi.it, Unicredit e Distretto Puglia Creativa.

Venerdì 28 ottobre si partirà con una sessione sui regimi degli Aiuti di Stato a sostegno dell’impresa culturale e creativa, mettendo a confronto il bando Cultura Crea del PON cultura e Sviluppo MIBACT e i Bandi per il Cinema ed il Teatro della Regione Puglia.

Non mancherà un nuovo appuntamento di discussione pubblica sulla legge quadro 4030, finalizzata a riconoscere la funzione sociale ed economica della musica popolare contemporanea; un incontro con la presenza dell'Onorevole Roberto Rampi, primo firmatario della proposta. 

La valorizzazione del patrimonio a fini culturali e sociali: le regole del gioco vedrà confrontarsi Antonio Decaro, sindaco di Bari, neo presidente nazionale ANCI, Paolo Perrone sindaco di Lecce, riconfermato VicePresidente Nazionale ANCI ed Enzo Bianco,sindaco di Catania con Mibact e Agenzia del Demanio sulle novità introdotte da Nuovo Codice degli Appalti (dlgs. 50/2016) che semplificano le procedure per il coinvolgimento dei privati nella tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale. 

L'appuntamento di chiusura dell'edizione 2016, in collaborazione con Legacoop Cultura, approfondirà il tema di Una nuova visione collaborativa tra pubblico e privato nella gestione e valorizzazione dei Beni Culturali per uno sviluppo sostenibile dei territori, per individuare le soluzioni e i modelli più adeguati per la gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, importante leva di sviluppo per il Mezzogiorno.

Gli appuntamenti, aperti a tutti e gratuiti, si svolgeranno presso il Castello Carlo V. Per partecipare ad ArtLab 16 è necessario iscriversi utilizzando il modulo al link http://artlab.fitzcarraldo.it/it/iscriviti-ad-artlab-lecce

Il programma e la sostenibilità di ArtLab 16 sono frutto di un'ampia rete di partner pubblici e privati - nazionali ed europei.

 

ArtLab 16 è un progetto di 

Fondazione Fitzcarraldo

Patrocinato da:

MiBACT, Regione Puglia, Acri - Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa, ANCI, Comune di Lecce

Main partner: Unione Europea,Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese

Partner: Banca Prossima, BASE Milano, British Council, cheFare, Cofidi.it, Compagnia di San Paolo, Culture Action Europe, Distretto Produttivo Puglia Creativa, Fondazione con il Sud, Fondazione Cariplo, Fondazione Unipolis, Gerardo de LuzenbergerGenius Loci , Giornale delle Fondazioni, ICS - Istituto per il Credito Sportivo, Legacoop Cultura, Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi, Enjoy Living Italy, Media Deals, OCSE-Leed, Pantacon , Peacefulfish, Swipe Story, Symbola, Winston European Holdings Inc Spa

In collaborazione con: Axa Cultura,ENCATC, European Creative Business Network, La White,IQMF, Palazzo Mandurino, Swap Museum

Media partner: Salento Web Tv

Partner Tecnico: Pixartprinting

 

Contatti

Francesca Vittori Responsabile comunicazione Fondazione Fitzcarraldo

francesca.vittori@fitzcarraldo.it - 011.5683365 - 338 9698748

Silvia Bianco Ufficio Stampa laWhite

silvia@lawhite.it - 333 8098719

 

Informazioni

ArtLab 16 è gratuito e accessibile negli spazi e nei contenuti. Per maggiori informazioni:

ArtLab 16

Sito Web: artlab.fitzcarraldo.it 

Programma di Lecce: http://artlab.fitzcarraldo.it/it/eventi-satellite/artlab-lecce

Iscrizioni all'evento di Lecce: http://artlab.fitzcarraldo.it/it/iscriviti-ad-artlab-lecce

Pagina Facebook: www.facebook.com/artlab.fitzcarraldo/

Hashtag: #artlab16

 

 

 

Image
12
OT

NO SMOKING SELEZIONATA ADI DESIGN INDEX 2016 // IL FATTO A MANO E IL SOSTENIBILE DI OFFICINE TAMBORRINO

La sedia NO SMOKING  di Officine Tamborrino, design Andrea Epifani,  è tra i selezionati di ADI Design Index 2016 e per tanto concorre ufficialmente al  prossimo Premio Compasso d’Oro 2018, lo storico premio che da oltre sessant'anni segnala al pubblico e agli specialisti i migliori designer e le migliori aziende del design italiano.

No Smoking è un oggetto fatto a mano, ottenuto attraverso un ciclo produttivo di RIUSO della carta. Questo progetto sostenibile della collezione Officine Tamborrino  esplora e sperimenta  infatti le qualità della carta usando una dimensione artigianale, rispettando l’ambiente e i tempi della natura per la sua lavorazione.

Nella collezione di sedute No Smoking, la qualità del materiale e le caratteristiche del processo di produzione rivestono un ruolo centrale. Il progetto si basa su un sistema di riuso della carta che, appositamente trattata (la pasta di cellulosa ricavata dalla macinazione della carta viene applicata sugli stampi e asciugata naturalmente), acquista una rilevante solidità e può essere impiegata per dare forma al guscio strutturale della seduta. Il processo artigianale di trattamento del materiale e le variabili legate alla sua lavorazione fanno sì che ogni pezzo prodotto risulti diverso dall’altro, con sfumature della superficie e variazioni di tono irripetibili. In tal modo No Smoking interpreta in maniera originale il tema della produzione sostenibile, trasmettendo un messaggio etico oltre che estetico.

Ogni sedia è quindi destinata ad essere un pezzo unico non perfettamente riproducibile. Ogni No Smoking è infatti un oggetto di design non seriale che coniuga artigianalità con sapere tecnologico.

Un nuovo felice conferimento questo dell’ADI Index 2016  per Officine Tamborrino,  brand che progetta e produce  arredi in metallo e che con il progetto No Smoking continua a lavorare in modo sofisticato e originale sul dialogo tra design, artigianato e industria. 

SCHEDA TECNICA

Nome: No smoking

Tipologia: Sedia

Azienda : Officine Tamborrino

Designer : Andrea Epifani

Materiali: seduta in carta riciclata, struttura di supporto in tubolari metallici.

Tecnologie: macinazione della carta, applicazione sugli stampi della pasta di cellulosa; taglio, piegatura, saldatura dei tubolari metallici.

Peso: 7 kg

Dimensioni: 52 (l) x 46 (p/d) x 72 (h) cm

Parametri sostenibili:  un ciclo produttivo che si sviluppa dalla lavorazione artigianale della carta riciclata per il riuso di un materiale di tradizioni storiche che rischia di scomparire nel territorio. 

Per approfondire : NO SMOKING 

Image
30
SET

IL CLUB DELL’ARCHITETTURA E' LA NUOVA CASA DI OFFICINE TAMBORRINO

Officine Tamborrino è lieta di annunciare la collaborazione con il CLUB DELL’ARCHITETTURA, salotto del design nel cuore di Milano, in piazzetta Brera.

Il nuovo volto del Club verrà presentato il 7 ottobre con un open day dedicato a stampa, architetti e interior designers.

Per il 2016/2017 quindi Officine Tamborrino avrà a Milano una nuova casa in cui presentare i propri progetti, creare incontri e relazionarsi con gli addetti ai lavori. Un modo diverso di essere presenti nella città del design, completamente in linea con l’identità del brand, cioè sviluppato come un laboratorio creativo aperto e in dinamica crescita.

Durante l'open day del 7 ottobre,  Officine Tamborrino con altri importanti partner quali Leucos, Margraf, e 3P Technologies con il magazine PLATFORM architecture&design hanno presentato il nuovo inedito allestimento del Club dell’Architettura dove arredi, luce, materiali e tecnologia si mescolano dando vita ad uno spazio unico, che oscilla tra arte e design.

A conclusione della giornata di presentazione la lecture del critico  e curatore Luca Molinari,  autore di “Le case che siamo” e a seguire un cocktail  per brindare insieme al nuovo volto del Club dell’Architettura.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Officine Tamborrino  progetta e produce arredi in metallo per uso residenziale e per spazi aperti alla condivisione.
Il brand esprime una sensibilità estetica e progettuale ispirata alla semplicità e alla linearità che ha caratterizzato il design italiano degli anni ’50.
La ricerca sui materiali ruota intorno alle applicazioni dell’acciaio nell’interior design e delle sue proprietà intrinseche di solidità, stabilità e leggerezza.

www.officinetamborrino.com

Club dell’Architettura da tre anni funge da hub culturale e relazionale, attivando per le aziende Partners importanti connessioni con il mondo del progetto. Lectures, Cocktail Parties, incontri one to one, ma anche semplici pause caffè durante le quali condividere informazioni e stringere rapporti nel mondo del progetto italiano. Grazie alla Partnership con PLATFORM architecture & design, Club dell’Architettura quest’anno amplia i propri orizzonti e include un ricco programma d’ incontri ed eventi con ospiti e progettisti internazionali.

 

                                                    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Orari Club dell'Architettura: Lunedì-Venerdì 9.30-12.30 / 14.30-18.30 (solo su appuntamento) 

Info: +39.328.0368319

Piazzetta Brera 24/2 - Milano

 

Image
10
SET

In Italy Design -In Puglia / Fiera del Levante di Bari

Officine Tamborrino, in occasione della Fiera del Levante, dal 10 al 18 settembre 2016 partecipa al progetto curato da Puglia Design Store  “In Italy design In Puglia”.

L’evento, promosso da Regione Puglia e FederlegnoArredo Eventi in collaborazione con Puglia Sviluppo e Puglia Design Store, coincide con l’ottantesima edizione della Fiera del Levante e si svolgerà nel Padiglione Nuovo, Modulo 1.

La mostra “In Puglia”, curata da Puglia Design Store, è un’esposizione dei progetti dei designer e delle aziende pugliesi, una finestra sulle potenzialità del sistema di offerta regionale che contribuisce a mettere in relazione designer e imprese desiderose di innovare.

Nello spazio “InItaly design InPuglia” si intende creare un contesto utile per facilitare occasioni di incontro, confronto e relazioni tra tutti gli attori della filiera legno-arredo e gli stakeholders del territorio regionale. Si punta sul design, quale leva per mostrare come i processi contemporanei e le piu` antiche tecniche riescano a fare emergere il legame con il territorio non solo nel folclore, ma nell’innovazione culturale e delle idee. Si vuole esaltare la creatività dei designer e il saper fare delle imprese della filiera, passando attraverso le testimonianze di importanti progettisti internazionali e designer pugliesi. Lo spazio vuole esprimere un racconto contemporaneo ed affascinante del percorso dalla creatività alla manifattura.

Oltre a officine Tamborrino, alla mostra partecipano: Arte Per Arte, Bottega D'Arte Gigante & De Luca,Ceramiche Cinzia Fasano Grottaglie, Corvasce Design, Mario D'aquino,Valentina De Carolis, Giorgio di Palma Ceramiche, Di-Segno+, incredix GOODLAB, La Manta - Artigianato di Comunità, Paolo Lorusso, MALTA DI GERIS, Smetwork, Usopposto - Grafica e product design, Velab, XYZ FACTORY di Michele Barberio, Kiasmo, Luca Lacetera,TuttiSanti - Design to be Saint, ART and ARS GALLERY, Caliandro Wood, LOOK LIGHT ITALIAN DESIGN di Maria Grazia Paternoster, Quartieri,WoodTec, Salvatore Balice, Victoria Episcopo, Silvia Orlandi - Progettazione d'interni, Claudio Scamarcia - Scamarcia Design, Dino Lorusso, GiùinLab, Michelangelo Mezen Olivieri.

L’esposizione sarà aperta dal 10 a 18 settembre, dalle 10.00 alle 21.00. Continuate a seguirci su facebook e su www.pugliadesignstore.it


All’interno del Padiglione “In Italy design In Puglia”, la Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia ha organizzato una serie di eventi legati alla relazione tra design e impresa, con il seguente programma:


Lunedì 12 settembre

10.00 – 12.00
TALK Verso il Salone del Mobile 2017. Il Progetto Design in Puglia: Le opportunità per i designer e le imprese pugliesi. Intervengono: Ass. Loredana Capone – Regione Puglia, Vincenzo Bellini – Distretto Puglia Creativa,
Guido Santilio – Distretto Legno-Arredo, Roberto Marcatti – ADI Puglia e Basilicata, Annalisa Di Roma – Politecnico di Bari.

15.00–16.00 
TALK ADI: cultura e opportunità per crescere. Interviene Roberto Marcatti – ADI Puglia e Basilicata.

16.00–17.00
VISIONE del film documentario “Rapsodia pugliese, l’importanza di una torre”. Introducono Loredana Ficarelli – Prorettore del Politecnico di Bari, Mariangela Turchiarulo – Coautrice del film documentario “Rapsodia Pugliese”.

17.00–18.00
TALK Design al Politecnico. Testimonianza di giovani designer neo laureati impegnati con le aziende del territorio, in particolare negli ambiti del design dell’imbottito, del complemento ceramico, del tessile casa e della grafica. Introduce Annalisa Di Roma – Politecnico di Bari. Testimonianze di Vito Battista – Identità visiva dell’olio pugliese, Clarissa Bollettieri – Innovazione nelle ceramiche tradizionali pugliesi (Bottega Vestita), Antonella De Marco – Innovazione nel sistema di rivestimento per il comparto pelle e imbottito (Natuzzi), Elisabetta Panzarea – Design delle superfici e polisensorialità dei materiali (Lecostantane).


Martedì 13 settembre

Seminari “Market Entry Strategy”. Presentazione Paese e opportunità per le imprese del settore Legno-Arredo.

10.00–11.00 
Focus RUSSIA 

11.00-12.00
Focus U.S.A.

12.00-13.00
Focus IRAN

Intervengono Roberto Cuneo – Responsabile Ufficio Promozione Internazionale Federlegno Arredo Eventi SpA, Gianmarco Orefice – Ufficio Promozione Internazionale Federlegno Arredo Eventi SpA / Responsabile USA, Fabiano Serventi – Ufficio Promozione Internazionale Federlegno Arredo Eventi SpA / Responsabile Russia ed Ex Repubbliche Sovietiche.

15.00–16.00 
TALK Verso MADE EXPO 2017. Presentazione delle opportunità di partecipazione all’edizione 2017. Interviene Giovanni Grassi – Direttore Generale Madexpo.


Mercoledì 14 settembre

10.30–11.30
Short Presentation DESIGNERS dell’esposizione In Italy design In Puglia. 

12.00–13.30
TALK L’Accordo Regione Puglia-Federlegno: quali opportunità per le imprese del settore legno-arredo / Conferenza stampa. Intervengono Ass. Loredana Capone – Regione Puglia, Roberto Snaidero – Presidente FederlegnoArredo, Giovanni De Ponti – Direttore Generale FederlegnoArredo , Sabino Persichella – Amministratore Unico Puglia Sviluppo SpA.

15.00–17.00
TALK Il settore legno-arredo: istruzione e lavoro. Scambio di esperienze. Il polo formativo del Legno Arredo di Lentate sul Seveso in Lombardia. I percorsi ITS di meccatronica ed il polo tecnico professionale in Puglia. Intervengono Ass. Loredana Capone – Regione Puglia, Ass. Sebastiano Leo – Regione Puglia , Giovanni Albetti – Responsabile Polo Formativo FederlegnoArredo , Antonio De Vito – Direttore PugliaSviluppo, Domenico Laforgia – Direttore Dipartimento Sviluppo Economico , Lucia Scattarelli – Presidente ITS Cuccovillo di Bari, Filippo Petrera – Chief Manufacturing Product & Innovation Officer del Gruppo Natuzzi.

Testimonial: Matteo Rizzo – Studente pugliese del corso ITS Tecnico superiore per il prodotto, il marketing e l’internazionalizzazione nel settore legno arredo del Polo Formativo del Legno Arredo di Lentate sul Seveso /
Marcello Cito – Studente del Corso Lean industrial product design and innovator per l’I.T.S. Cuccovillo “Innovazione di Processi e Prodotti Meccanici nel Sistema Legno” (in stage presso Natuzzi).


Venerdì 16 settembre

11.00–13.00
TALK Modern Apulian Style: fare innovazione e valorizzare il patrimonio storico attraverso architettura, design 
e new media. Intervengono Ass. Loredana Capone – Regione Puglia, Raffaele Centonze – Esperto in restauro di masserie , Rossana Carullo – Politecnico di Bari , Mario Bisson – Politecnico di Milano e responsabile scientifico di MDA Mediterranean Design Association, Giuseppe Fanelli – Amministratore Unico Moder Apulia Style (MAS) , Crispino Lanza – Responsabile Commerciale MAS, Vito Dilena – Direttore Tecnico De Mura. Modera Monica Caradonna – giornalista professionista.


Sabato 17 settembre

11.00-12:00
TALK Dal design alla formazione. Intervengono Vincenzo Bellini – Pugliacreativa, Gianfranco Palmisano – AIPI Associazione Italiana Progettisti d’Interni, Stefano Iacovino – Direttore didattico IDEAcademy.



Puglia Design Store, a cura di Impact Hub Bari.
Per info e contatti: comunicazione@pugliadesignstore.it

 

Image
2
SET

Alta formazione e Innovazione con Crea Ostuni 2016

41 giovani di tutte le nazionalità a ostuni per presentare idee di impresa e innovazione. CREA Summer Academy 2016. Partner ufficiale Officine Tamborrino.

Ostuni  dal 5 al 16 settembre sarà contenitore dell’innovazione e della ricerca internazionale: 41 giovani  di tutte le nazionalità seguiranno nella città bianca i corsi della Summer Accademy Crea.

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT, seguito da un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel alle giovani start up.

La prospettiva accademica e imprenditoriale in CREA si fondono dando così l'opportunità agli studenti della Ostuni Summer Academy di beneficiare della conoscenza e esperienza di professionisti da tutta Europa.

Dopo due intense settimane di formazione i team verranno supportati da esperti in una fase di mentoring che culminerà in una sessione di Rapid Prototyping con l’obiettivo di realizzare primi prototipi dell’idea di business. Una giuria qualificata selezionerà le due idee migliori per ogni Summer Academy, che a Ottobre 2016 parteciperanno al CREA International Business Idea Contest, ospitato da SMAU Milano, uno dei più importanti eventi nell’ambito di innovazione e ICT.

Officine Tamborrino ha fortemente voluto questo progetto e sarà tra i principali  partner di Crea, facendosi anche coinvolgere in prima persona negli  appuntamenti aperti al pubblico, tra cui:

-   il 7 settembre  lo START - UP HELP DESK  dalle 14.00 alle 18.00 a Officine Tamborrino , in cui il team di Crea guidato da Arianna Vignati ( docente Poli.Design Milano) e Francesco Zurlo (docente e  v. preside Poli.Design Milano)  saranno a disposizione per rispondere alle domande di start-uppers o giovani con un’idea di nuova impresa che necessitano  di un aiuto a muovere i primi passi.

- Il 9 settembre al Chiostro San Francesco dalle 21.30 si parlerà di “Design e Innovazione Sociale” attraverso le storie di Officine Tamborrino, Made In Carcere, Ex Fadda, Da A, La Manta e Black Shape.

-Il 14 settembre invece allo Slow Cinema dalle 21.30 si tratterà la tematica “Cibo e Turismo” con Tometo, The Gira, Ecce Customer, Santoro, Presso e Zestrip

Inoltre, Officine Tamborrino  si occuperà insieme al giovane e talentuoso team di Tometo Lab di raccontare i giorni di Crea attraverso interventi di social live, cercando di esprimere al meglio l’atmosfera e i momenti più salienti di questa importante iniziativa dal sapore internazionale e di alta formazione, valori nuovi e fondamentali per il territorio.

_______________________________ 

CREA

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT, seguito da un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel alle giovani start up.

Nel suo primo anno di attività, ha raccolto oltre 300 application dando la possibilità ai 130 partecipanti selezionati di frequentare una delle 6 summer academy europee. 11 team, per un totale di 50 studenti hanno presentato le loro idee al primo CREA ICT BUSINESS IDEA CONTEST che è stato ospitato dalla Commissione Europea a Ottobre presso il convegno "ICT 2015 - Lisbon”.

Studenti da tutto il mondo hanno potuto applicare ad una delle 7 Summer Academy previste per il 2016:  Newcastle (Regno Unito), Utrecht (Olanda),Isola di Syros (Grecia),Ljubljana (Slovenia),Tallinn (Estonia), Lago di Costanza (Germania)e Ostuni (Italia).

 

OFFICINE TAMBORRINO

Officine Tamborrino progetta e produce arredi in metallo per uso residenziale e per spazi aperti alla condivisione.

Il brand esprime una sensibilità estetica e progettuale ispirata alla semplicità e alla linearità che ha caratterizzato il design italiano degli anni ’50.

La ricerca sui materiali ruota intorno alle applicazioni dell’acciaio nell’interior design e delle sue proprietà di solidità, stabilità e leggerezza allo stesso tempo.

Il progetto  valorizza il know how e la tradizione della famiglia Tamborrino e dell’azienda storica Scaffsystem attiva dal 1957 in Puglia, a Ostuni, nel settore delle strutture in metallo per architettura industriale.

 

TOMETO LAB

Tometo Lab è un’agenzia di comunicazione con particolare attenzione al settore del food&beverage ed agli operatori della ristorazione. Unendo alla smisurata passione per il food, le competenze nell’ambito della comunicazione digitale e della creatività grafica. Tometo Lab propone soluzioni su misura per creare e rinforzare la brand indentity del cliente, dalle scuole di alta cucina alla piccola bottega locale. Perchè anche l’eccellenza ha bisogno di sapersi esprimere!

 

 

Per maggiori informazioni:

 www.creasummeracademy.eu

creacademy-design@polimi.it

Image
22
LUG

Bonus mobili 2016: una doppia occasione da cogliere

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

Con la legge di Stabilità 2016 sono arrivate due buone notizie per i contribuenti che acquistano o ristrutturano la propria abitazione principale e acquistano oggetti di arredo. E’ arrivata infatti, la proroga del bonus mobili per chi ha ristrutturato un immobile dal 26 febbraio 2012 in poi e l’introduzione di una nuova detrazione nominata “bonus mobili giovani coppie” per i giovani under 35 che acquistano dei mobili dopo aver comprato la propria abitazione principale.

BONUS MOBILI

La legge di Stabilità 2016 ha prorogato il bonus mobili fino al 31 dicembre 2016. Si può fruire dell’agevolazione fiscale solo per gli acquisti destinati ad immobili oggetto di ristrutturazione, destinatari della detrazione per interventi di ristrutturazione edilizia.
La detrazione spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

NOVITA’ BONUS MOBILI GIOVANI COPPIE

Una novità importante di quest'anno è l'introduzione del bonus mobili senza lavori edilizi, destinato alle giovani coppie, sia che si tratti di coniugi che di conviventi purché abbiano costituito nucleo familiare da almeno tre anni e almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000, per uno sconto del 50% da applicare su 10 anni.

COSA SI PUÒ ACQUISTARE CON IL BONUS MOBILI?

L'agevolazione fiscale è prevista per l'acquisto di cucine, credenze, tavoli, sedie, divani, lampade, poltrone, letti, materassi, armadi, comodini, cassettiere, mobili per le camerette, scrivanie, arredi per il bagno, mobili su misura. Sono detraibili anche le spese di trasporto e di montaggio dei mobili acquistati.

Per saperne di più, ecco il documento completo di Federmobili.

Leggi il vademecum operativo di Federmobili

Image
1
LUG

Lift Off: Secret Party per OT e Besafe

 

LIFT OFF. Rivedere lo spazio. 30 giugno 2016

Una sera feriale qualunque, se non fosse che ieri sera c’è stato LIFT OFF, evento per festeggiare finalmente l’estate 2016 e la nuova collaborazione tra Besafe Studios e il brand di design Officine Tamborrino, due realtà made in Puglia. 

I Besafe Studios di Lecce, quartier generale dei fotografi Flavio & Frank, del regista Gabriele Surdo e del grafico e web designer Totò De Lorenzis, non sono nuovi all’organizzazione di eventi a sorpresa nei quali dialogano importanti protagonisti della scena musicale e della cultura contemporanea. Tutto rimane segreto fino a pochi giorni prima dell’invito e gli ospiti non conoscono fino all’ultimo momento il contenuto e le modalità dell’evento.

Il decollo,  LIFT OFF, non  allude solo a questa felice e nuova collaborazione professionale,  ma esprime appieno il concept della serata.

Infatti il tema è lo Spazio.

A partire dall’astronave di acciaio OT  che ha rappresentato il centro fisico e concettuale dell’intero evento, ha trasformato lo spazio esterno degli studios. L’installazione è firmata dal maestro Alessandro Guerriero e da poco è stata presentata in anteprima con la nuova collezione Officine Tamborrino alla Milano Design Week.

All’interno della gigante struttura di acciaio, alta quasi 6 metri e con un diametro di 13, un’inedita performance dei  Moods, i quali hanno da pochissimi giorni lanciato il loro nuovo singolo Chemical Lover, brano che rientra nelle corde elettroniche della band. L’astronave atterrata agli studios è stata il contenitore delle sonorità dei Moods . Tra gli esclusivi invitati, hanno aderito al completo gli esponenti della musica salentina, tra cui Giuliano Sangiorgi e tutti i Negromaro seduti all’interno dell’astronave per ascoltare il live suggestivo .

Metallo, luci e suoni elettronici, gli elementi di una serata  dedicata allo Spazio e dall’atmosfera quasi surreale, indimenticabile.

Per accorciare invece la distanza dal cielo, in diversi punti sono stati collocate delle postazioni con telescopi per riconoscere le stelle, ma anche per “Rivedere lo Spazio” con occhi nuovi e sempre più creativi. 

Image
21
GIU

OT case history a Palazzo Mezzanotte

Il 24 giugno dalle 9.00 alle 13.00 a Palazzo Mezzanotte, è invitato Licio Tamborrino, Ceo e direttore creativo di Officine Tamborrino, a partecipare al Convegno ADI "Pesiero e Azione"  in qualità di case history di eccellenza per raccontare il suo modello di impresa e la sua idea di  design come leva per lo sviluppo e la  crescita

I dieci giorni del XXIV Compasso d’Oro ADI si concludono infatti nella sede di Borsa Italiana con un convegno dedicato alla dimensione economica e organizzativa della creatività.

Imprenditori e ricercatori partecipano a un convegno che intende fare il punto su una dimensione della creatività oggi fondamentale nel panorama dello sviluppo: il legame inscindibile che unisce nel design la cultura, l’organizzazione e l’economia.

Al centro degli interventi le dimensioni globali della progettazione e della produzione, gli aspetti organizzativi il cui aggiornamento è fondamentale per le imprese, il cambiamento culturale che il design propone per lo sviluppo industriale e la valorizzazione della qualità dei prodotti.

 "Troppo spesso", spiega Luciano Galimberti, presidente ADI, "si assiste nel mondo del design a percorsi dove la ricerca del successo economico determina il modello organizzativo e cerca una giustificazione a posteriori attraverso un modello culturale. ADI promuovendo questo convegno intende contribuire alla definizione per il design di un modello culturale riconoscibile, capace di orientare un modello organizzativo di sviluppo che genera poi un modello economico."

Nel corso del convegno saranno consegnati gli attestati di riconoscimento di Regione Lombardia ai protagonisti lombardi del XXIV Compasso d’Oro.

 La partecipazione al convegno permette ai soci ADI di ottenere 2 CFP.

 

XXIV Compasso d’Oro ADI

Convegno  : Pensiero e azione. Cultura, organizzazione ed economia del design

24 giugno 2016, ore 9.30 – 13.00

Palazzo Mezzanotte, Parterre, Piazza degli Affari 6, Milano

Ore 9.30 Registrazione dei partecipanti

Ore 10.00 Saluti istituzionali

Raffaele Jerusalmi, Amministratore delegato, Borsa Italiana

Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo economico, Regione Lombardia

Umberto Cabini, Presidente Confindustria Cremona

Marco Sabetta, Direttore generale FederlegnoArredo

Ore 10.30 Introduzione

Luciano Galimberti, Presidente ADI: Pensiero e azione

Ore 11.00 Case history d'impresa

Domenico Guzzini, Gruppo Guzzini: La grande impresa nel mondo

Licio Tamborrino, Officine Tamborrino: Il modello neo-olivettiano

Gioacchino Acampora, Carrozzeria Castagna: I maker nel terzo millennio

 Ore 12.00 Il valore del design

Francesco Zurlo, Scuola del Design, Politecnico di Milano: Il valore strategico del design

Giuliano Noci, Prorettore del Polo Territoriale Cinese, Politecnico di Milano: Il valore economico del design

Francesco Schianchi, Scuola del Design, Politecnico di Milano: Il valore del progetto

Ore 12.45 Conclusioni

 

Consegna degli attestati di riconoscimento di Regione Lombardia ai protagonisti lombardi del XXIV Compasso d’Oro.

 Il convegno ha il patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Borsa Italiana, Confindustria Lombardia.

 

Sponsor tecnico: Kartell 
Si ringrazia: Deloitte 
Partner per la comunicazione: in LOMBARDIA

 

Image
31
MAG

OT partner di European Maker Week Bari

Officine Tamborrino è partner tecnico di European Maker Week Bari, dal 1° al 5 giugno presso lo Spazio Murat, una manifestazione a cura di Impact HUB Bari .

Si tratta del più grande evento maker diffuso, organizzato dalla Commissione Europea, da StartUp Europe e da Maker Faire Rome per diffondere la cultura maker e la conoscenza del movimento in ambito europeo.

Durante i sette giorni della European Maker Week Bari, Spazio Murat ospiterà diverse attività tra cui: tre laboratori di co-progettazione, un’esposizione di prototipi, talks tematici sull’innovazione.

I laboratori saranno basati sul format didattico XY de La Scuola Open Source (tra le 3 vincitrici del premio nazionale CheFare per le imprese innovative in ambito culturale e sociale), che indagheranno i seguenti temi manifattura digitale / internet delle cose / big data attraverso 3 tavoli di lavoro. Gli output dei 3 tavoli saranno concordati con i partecipanti, che possono proporre la loro idea tramite il form d’iscrizione. I laboratori prevedono 12 docenti/facilitatori per un max. di 60 partecipanti complessivi. La partecipazione è gratuita e i laboratori si svolgeranno dal 1 al 5 giugno, dalle ore 10.00 alle 18.00 ogni giorno. 

 

L’esposizione prevede diversi prototipi: Stampanti 3d (anche Oversize), Drinkino, Videocyclette, Drawbot, Oculus, Timer per talks, Controllo vocale per domotica.

 

I talks tematici sull’innovazione si svolgono tra le 19 alle 20.30 ogni giorno e durano 30 min ciascuno.

Ecco il programma:

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

1 GIUGNO

h 19.00: Il design che cambia – Alessandro Tartaglia (La Scuola Open Source)

h 19.30: La stampa 3d professionale – Aldo Pisanello (SMARTLAB INDUSTRIE 3D), Ilaria Gucciardini (Roboze) e Giuseppe Buonamassa (Apulia Makers 3d)

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

2 GIUGNO

h 19.00: Expand your vision: l’arte del coding – Giovanni Nuzzi e Teresa Moramarco (AD – Addictive Design Studio)

h 19.30: Stampa 3d e antropologia – Aldo Pisanello (SMARTLAB INDUSTRIE 3D) e Prof. Sandro Sublimi (Università degli Studi di Bari)

h 20.00: Beni Digitali – Giuseppe Buonamassa (Apulia Makers 3d)

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

3 GIUGNO

h 19.00: (Open) Data Hacking – Pierpaolo Basile (Alumni Mathematica)

h 19.30: Agile – per una cultura aziendale condivisa – Giancarlo Valente (Club degli Sviluppatori)

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

4 GIUGNO

h 19.00: A scuola si cambia – Graziana Cito (Volo Creativo_ADDLab)

h 19.30: Indie Game Dev: does & doesn’t abstract – Francesco di Carlo (Alumni Mathematica)

h 20.30: InTrainet of Things – An IoT proof of concept – Marco Pennelli (TechnoSec – Internet of Things)

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

5 GIUGNO

h 19.00: Educazione Open Source – Lucilla Fiorentino (La Scuola Open Source)

h 19.30: Node-Red: Un approccio visuale all’IoT – Antonio Viesti (Club degli Sviluppatori)

h 20.00: Lo zen e l’arte dello sviluppo FOSS – Francesco Paolo Lovergine (Free Software Foundation Europe)

Segui l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/391233911062887/

 

Image
30
MAG

La navicella OT: set del video clip della Zanin

L’astronave OT disegnata da Alessandro Guerriero per Officine Tamborrino è l’inedita scenografia del nuovo video clip della cantautrice savonese Margherita Zanin.

L'installazione di acciaio è stato lo speciale contenitore della collezione "O", presenta in anteprima durante la Milano Design Week 2016, ed ora set di Piove

Si chiama “Zanin” questo primo album di Margherita Zanin, la ventitreenne cantautrice savonese che a metà marzo di quest’anno ha esordito con il singolo Generale di De Gregori ottenendo riscontri molto positivi sia dal pubblico che dai media. 

L’album - disponibile su tutti i Digital Store dal 26 maggio - contiene 8 brani: due in italiano e sei in inglese. 

Questa scelta, come spiega Margherita: “non è un controsenso, ma una rappresentazione fedele di chi sono io oggi, del percorso che mi ha portata alla bella canzone italiana attraverso un background blues internazionale che mi ha permesso di crescere”. Negli ultimi 4 anni, infatti, la cantautrice ha vissuto tra Londra e Savona ed è proprio a metà strada tra l’Inghilterra e l’Italia che è nato il suo primo album.

Distribuito da Platform Music, neonata etichetta indipendente milanese, l’album è prodotto da Roberto Costa, già produttore di importanti artisti come Barbarossa, Carboni, Dalla, Ron e Gli Stadio. 

Piove, il primo singolo tratto dall’album, è una ballata originale in equilibrio tra la musica Soul e il Samba di Bahia. 

L’innovazione e la contaminazione fra musica, creatività e design emergono dal videoclip del brano già a partire dalla scelta della location: una centrale idroelettrica dismessa dell’800 situata nel centro di Milano e futura sede della Casa del Design di ADI - Associazione per il Disegno Industriale - dove verrà allestita la mostra permanente della prestigiosa Collezione del Compasso d’Oro ADI, famosa in tutto il mondo.

Nel videoclip, Margherita - con un look anni 40 - canta davanti alla navicella OT, un’imponente e onirica struttura di acciaio, e gioca con la macchina da presa come se fosse uno specchio, duplicandosi e triplicandosi, in un montaggio serrato e variopinto. Il video è inoltre caratterizzato da apparizioni e sparizioni di una piccola band, apparentemente estranea, in un’atmosfera surreale.

Altra particolarità del tutto innovativa riguarda la scenografia davvero inusuale del videoclip: la navicella OT e gli oggetti di scena sono infatti stati disegnati da Alessandro Guerriero, famoso e istrionico designer a cui piace “cambiare le regole”. Il Maestro Guerriero le cambia, infatti, da oltre trent’anni, da quando nel 1976 fondò Alchimia, il gruppo di designer che diede faccia e idee alla post-avanguardia italiana. 

Regia d’autore, infine, per il videoclip di “Piove”: Gabriele e Ambrogio Lo Giudice; quest’ultimo, fondatore della Filmaster Clip della Futura Film, ha lavorato con artisti italiani come Vasco Rossi, Lucio Dalla, Laura Pausini, Luca Carboni e Jovanotti.

Un esordio all’insegna della qualità e dell’innovazione, sotto tutti i punti di vista.

QUI IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=S6DEP3QqQD0

Image
23
MAG

Officine Tamborrino a Re-Start Innovation

 Il 26 maggio alle ore 12:00 Officine Tamborrino è invitata a Re-Start Innovation presso il Forum della Ricerca di Cassino, iniziativa promossa da La Mia Energia in collaborazione con Co.S.I.La.M. e Comune di Cassino. L'obiettivo è quello di promuovere le start up innovative e di farle incontrare con il mondo economico e con tutti i soggetti interessati alla realizzazione di progetti di sviluppo e innovazioni. Re-Start Innovation è stata scelta insieme ad altri prestigiosi eventi come partner della "Green Week 2016", manifestazione annuale della commissione europea dedicata allo sviluppo sostenibile.

Benedetta di Loreto – direttrice e curatrice di qwatz, artist in residency programme - e Marina Bianchi - professore di Economia dell'Universita' di Cassino e del Lazio Meridionale, dove insegna Economia Industriale ed Economia Creativa – intervengono nel Forum della Ricerca di Cassino sulla relazione arte e imprese, per promuovere un progetto sul territorio, in dialogo con Danilo Grossi, Assessore alla Cultura, Sport, Spettacolo, Politiche Giovanili, Pubblica Istruzione, Informatizzazione, Comunicazione del Comune di Cassino.
Come case study sull'argomento, Licio Tamborrino e Alexandra Gracco raccontano OFFICINE TAMBORRINO, brand pugliese di design. Nata da un'azienda storica per la lavorazione dell'acciaio, OFFICINE TAMBORRINO rappresenta oggi una storia di successo rispetto all'utilizzo della creatività e l'arte nel settore.

Il brand pugliese in questi anni ha collaborato con diversi artisti delle arti visive, tra cui Caio Gracco, Anna Scalfi ed Elizabeth Aro, ritrovando nel loro lavoro e nella loro esperienza in fabbrica importanti stimoli ed energie.

Un video,  "Feeding Creativity",  ne racconta la genesi e il processo creativo all'interno degli spazi di produzione degli stabilimenti di Ostuni.

 

Image
9
MAG

Design e Mezzogiorno tra storia e Metafora - 13 maggio 2016 - OT Store

Presentazione del libro  DESIGN E MEZZOGIORNO TRA STORIA E METAFORA

di Renato De Fusco e Raffaella Rosa Rusciano

13 maggio 2016, ore 18.30    Officine Tamborrino / Presidio ADI di Brindisi e Provincia

Interventi di: Luciano Galimberti, Salvatore Cozzolino, Gianni di Matteo e Roberto Marcatti

ADI Delegazione Puglia e Basilicata e Officine Tamborrino presentano il libro di Renato De Fusco e Raffaella Rosa Rusciano Design e Mezzogiorno tra storia e metafora, edito da Progedit, che per la prima volta mette a confronto il design, inteso come metafora del progresso, e il Mezzogiorno, come metafora del mancato sviluppo. Il rapporto è anche storico: il Regno delle Due Sicilie coincide cronologicamente con la Rivoluzione industriale, anzi il Sud talvolta anticipa con i suoi primati quanto avveniva in Inghilterra e in Francia, tant’è che quello delle Due Sicilie era non solo il più importante Stato italiano, ma il terzo in Europa.

Il saggio racconta le vicende che portarono il regno meridionale dall’agricoltura all’artigianato e da questo al design, il fenomeno delle aziende straniere che venivano a investire al Sud; lo sviluppo artistico e culturale di quest’ultimo (il Liberty nasce a Palermo); il contributo allo sviluppo industriale dato dai Borbone e quello dovuto agli imprenditori siculo-napoletani; la coesistenza di una economia protezionista con un’altra liberistica.

Il libro non si esaurisce in vicende politiche, industriali ed economiche. In esso si tratta lungamente anche di personaggi famosi, di illuministi nostrani, di grandi famiglie, di usi e costumi. 

Dopo la scorsa presentazione avvenuta alla Triennale di Milano, il libro di De Fusco e Rusciano approda in Puglia e avvalora l’effettiva rinascita del Sud, raccontandolo  attraverso il fare quotidiano e il fare impresa.

Al tavolo della presentazione siederanno  l’arch. Luciano Galimberti - Presidente ADI Nazionale, l'arch. Salvatore Cozzolino - docente alla Seconda Università di Napoli, l’arch. Gianni Di Matteo - Docente di Sociologia all'Accademia Abadir di Catania, l’arch. Roberto Marcatti - Presidente ADI Puglia e Basillicata . Saluti e introduzione di Licio Tamborrino- AD Scaff System /Officine Tamborrino.

 

La Lecture fa parte del programma itinerante  "DESIGN CULTURE LECTURE SERIES" messo in atto dalla Delegazione ADI Puglia e Basilicata.

 

Officine Tamborrino / Presidio ADI di Brindisi e Provincia

Contrada Madonna della Nuova, SS 16

72017 Ostuni (BR) 

info@officinetamborrino.com

 

 

Gli autori

Renato De Fusco è professore emerito di Storia dell’architettura. Ha fondato e diretto la rivista «Op. cit.» di selezione della critica d’arte contemporanea, che si pubblica puntualmente dal 1964. Premio Inarch per la rivista nel 1967. Premio Inarch alla carriera di

storico nel 2001. Compasso d’Oro alla carriera nel 2008. È autore di una vasta bibliografia, in parte tradotta all’estero, con titoli di storia dell’architettura, delle arti figurative, di metodologia storiografica, di design. 

 

Raffaella Rosa Rusciano è architetto. Nel 2012 ha conseguito il master per la città antica di Neapolis. È assistente ai corsi di Storia dell’architettura contemporanea e di Teoria storica dell’architettura, tenuti da Renato De Fusco presso l’Università di Napoli Federico II. Ha partecipato alle conferenze-seminario sulla Storia dell’arte e sulla Storia dell’arredamento svolte alla Galleria Il blu di Prussia. Nel 2003 Ha pubblicato con Renato De Fusco il volume Tre domande, edito da Altralinea di Firenze. 

 

I relatori

Luciano Galimberti Design manager, fonda con Rolando Borsato nel 1985 BG + progettazione (www.bgpiu.it): uno studio di progettazione organizzato per processi, con l’obiettivo di superare il tradizionale ruolo artigiano degli studi professionali operando sul concetto di design thinking. Interviene nei diversi ambiti dell’abitare e del lavorare, coniugando interventi di architettura, interni, exhibit design e comunicazione. È stato per quattro anni membro del Comitato direttivo di ADI Lombardia con delega ai rapporti istituzionali.

Nel 2014 è stato eletto presidente dell'associazione e presidente della Fondazione ADI Collezione Compasso d'Oro.

 

Salvatore Cozzolino. Laureato a Napoli, nel 1982 si trasferisce a Milano per il Master alla Domus Academy e nel 1984 organizza un proprio studio professionale progettando edifici pubblici, prodotti industriali, parchi pubblici, restauri di edifici storici. Nel 1991 fonda, con Francesca Russo, Stilelibero di cui è direttore tecnico. Dal 1996 insegna progettazione in vari corsi della Seconda Università di Napoli, dal 2011 è presidente dell’ADI Campania. Ha pubblicato saggi e articoli sul tema del progetto occupandosi prevalentemente di ricerche sul rapporto tra tecnologie innovative e processo inventivo. È autore tra l’altro di Giardini Impossibili (2005) e di Visioni e Costruzioni (2007).

 

 Roberto Marcatti. Nato a Milano nel 1960, e si laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Nel 1985 entra a far parte del Gruppo Zeus partecipando a tutte le iniziative culturali e le presentazioni delle collezioni in Italia ed all’estero. Con Walter e Riccardo Marcatti fonda lo studio Marcatti & Associati. E’ socio fondatore e vice presidente di Associazione Zona Tortona, associazione culturale no profit. E’ ideatore e curatore del progetto globale H2O – Nuovi scenari per la sopravvivenza.  Svolge attività didattica presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano e promuove conferenze e work-shop nelle più prestigiose Università italiane ed estere sul tema della sostenibilità, oltre ad ever pubbilicato diversi libri e saggi.

Presidente ADI della Delegazione Puglia e Basilicata da marzo 2015.

 

Gianni Di Matteo. Presidente di ADI Sicilia. Architetto con Specializzazione post-laurea e PhD in Industrial Design sui “Sistemi Produttivi Territoriali Innovativi”, è docente di Sociologia dei processi culturali presso ABADIR, Accademia di Design e Arti Visive di Catania. Dal 2011 collabora con Farm Cultural Park, Centro Culturale e Turistico Contemporaneo diffuso di Favara (AG). È stato Managing Editor del periodico telematico “PAD Pages on Arts & Design”, occupandosi  del design emergente nei Paesi della sponda Nord del Mediterraneo, ha pubblicato articoli in diverse riviste nazionali (Gap casa, Ottagono, Editoriale MODO), per il Politecnico di Milano ha redatto le voci "tipicità" e "localismo" inserite nel glossario tematico della ricerca “ME.Design”. Ha collaborato a Milano con la Galleria Opos per il contest di design “Under 35”  e la Triennale di Milano in occasione della mostra “RI-USI, materie, forme, linguaggi e risorse”. Ha avuto esperienze di docenza presso l’Istituto Europeo di Design di Milano e il Dipartimento di Design dell’Università di Palermo.

 

 

 

Image
2
MAG

Presentazione della CREA Summer Academy 2016 OSTUNI

Officine Tamborrino è lieta di invitarvi alla presentazione ufficiale della CREA Summer Academy 2016 OSTUNI  il 4 maggio alle 17.00 nel suggestivo Spazio Adi di via Bramante 42, Milano.

Nord e Sud uniti per start-up culturali e creative di successo. 
PENSARE. FORMARE. CREARE.
 
Saranno presenti:
 
Donatella Bollani / Vice direttore Domus 
Pierangelo Soldavini / Vice Caporedattore Nova, IlSole24Ore 
Francesco Zurlo / Vice preside Scuola di Design - Politecnico di Milano 
Arianna Vignati / Project manager CREA Summer Academy 
Licio Tamborrino / AD Scaff System, Officine Tamborrino  
 
Modera: Luciano Galimberti / Presidente ADI 
 

CREA è un Network europeo di Summer Academy per lo sviluppo imprenditoriale di idee innovative che puntano su Creatività ed ICT, seguito da un Business Idea Contest per avvicinare investitori e business angel alle giovani start up.

La prospettiva accademica e imprenditoriale in CREA si fondono dando così l'oppurtintà agli studenti delle Summer Academy di beneficiare della conoscenza e esperienza di professionisti da tutta Europa.

CREA, nel suo primo anno di attività, ha raccolto oltre 300 application dando la possibilità ai 130 partecipanti selezionati di frequentare una delle 6 summer academy europee. 11 team, per un totale di 50 studenti hanno presentato le loro idee al primo CREA ICT BUSINESS IDEA CONTEST che è stato ospitato dalla Commissione Europea a Ottobre presso il convegno "ICT 2015 - Lisbon”.

Il 19 febbraio è stata lanciata la seconda edizione della call per applicare alle summer academy gratuite del progetto CREA.

Fino al 17 maggio 2016, studenti da tutto il mondo, potranno applicare ad una delle 7 Summer Academy previste per il 2016: 

Newcastle (Regno Unito) 20 Giugno- 1 Luglio; Utrecht (Olanda) 4- 15 Luglio;
Isola di Syros (Grecia) 11- 22 Luglio; Ljubljana (Slovenia) 19- 29 Luglio;

Tallinn (Estonia) 16- 27 Agosto;
Lago di Costanza (Germania) 29 Agosto-9 Settembre; Ostuni (Italia) 5- 16 Settembre.

La call, pubblicata su www.creasummeracademy.eu e su www.f6s.com/crea, è aperta agli studenti universitari e ai PhD iscritti alle università (fino a un anno dopo la laurea) e ai Post Doc che lavorano in università europee.

Possono candidarsi per le summer academy studenti sia in team che singoli, con un'Idea di Business o semplicemente con la voglia di mettere in gioco le proprie competenze.

Da quest’anno le summer academy del progetto CREA erogano 3 crediti formativi (ECTS).

Ogni Summer Academy ha un programma di lezioni, eventi e workshop ed è focalizzato su una o più aree di specializzazione di CREA (Creatività – ICT – Entrepreneurship).

Le candidature sono ammesse fino al 17 maggio 2016 su F6S (www.f6s.com/crea), una delle più importanti piattaforme per le start up.

Alla fine del programma di formazione intensivo dalla durata di due settimane, i team verranno supportati da esperti in una fase di mentoring che culminerà in una sessione di Rapid Prototyping con l’obiettivo di realizzare primi prototipi dell’idea di business. Una giuria qualificata selezionerà le due idee migliori per ogni Summer Academy, che a Ottobre 2016 parteciperanno al CREA International Business Idea Contest, ospitato da SMAU Milano, uno dei più importanti eventi nell’ambito di innovazione e ICT. In questa occasione i giovani startupper presenteranno il loro progetto ad un panel di investitori. I vincitori avranno accesso a servizi di incubazione presso incubatori di tutta Europa.

CREA è un progetto finanziato da Horizon2020, il programma europeo per la ricerca e l’innovazione.

CREA è un progetto sviluppato grazie alla partnership tra nove istituzioni provenienti da otto nazioni Europee: Politecnico di Milano-Dipartimento di Design (con il supporto di Fondazione Politecnico); ESN Italia – Erasmus Student Network (Italia); BWCON Innovation Cluster for ICT and Media of Baden-Württemberg (Germania); University of the Aegean (Grecia); University of Northumbria at Newcastle (Inghilterra); University of the Arts, Utrecht (Olanda); Regional Development Agency of the Ljubljana Urban Region and University of Ljubljana (Slovenia); Tallin Incubator (Estonia).

Per maggiori informazioni: www.creasummeracademy.eu

Press office of the Politecnico di Milano – Dipartimento di Design: Lia Tagliavini
email:
lia.tagliavini@ polimi.it
tel. 02.2399.5882 

 

Image
13
APR

Presentazione ufficiale della collezione "O" // Alessandro Guerriero per Officine Tamborrino

Ancora una volta Officine Tamborrino sarà protagonista della settimana milanese del design con un’imponente e iconica installazione curata da Alessandro Guerriero, designer e artista di fama internazionale.

In occasione dell’edizione 2016 della Milano Design Week, lo Spazio ADI di via Bramante 42 verrà trasformato da un’iconica installazione firmata Officine Tamborrino e curata dal maestro Alessandro Guerriero, dove i visitatori verranno virtualmente trasportati in uno scenario spaziale, dalle sembianze tecnologiche e al tempo stesso primordiali.

La navicella OT, un’imponente e onirica struttura di acciaio, accoglierà` al suo interno “O”, l’inedita Design Collection 2016 disegnata dallo stesso Guerriero per Officine Tamborrino, interamente dedicata al pattern del cerchio.

Alessandro Guerriero ha personalmente definito il progetto “La Cattedrale”: uno spazio dove ritrovare il pensiero e la concentrazione e, al tempo stesso, un luogo poetico dove perdersi, un labirinto psicologico all’interno del quale il tempo - ricco di variabili sensoriali evanescenti e immateriali - diventa irreale e dilatato.

Ancora una volta il maestro decide di rompere gli schemi del design e del suo manifestarsi offrendo ai visitatori un viaggio in una gigantesca struttura onirica: una vera e propria esperienza sensoriale, metafisica e coinvolgente.

O DESIGN COLLECTION 2016
La nuova collezione “O” è composta da 6 pezzi interamente sviluppati sul pattern del cerchio.
Ogni oggetto nasce dalla medesima forma e dal medesimo materiale - l’acciaio - ma sviluppa una propria identità legata alla sua inedita funzione e al suo ripensare sia le forme sia gli spazi architettonici.
Come affermato dallo stesso Guerriero “Si abita quel particolare territorio tra l’arte pura e il progetto funzionale”.
Grazie a questo nuovo progetto, Officine Tamborrino reinterpreta gli oggetti e ne rivede la funzione intrinseca: il cerchio ammorbidisce lo spazio abitativo e suggerisce un inedito movimento. Alcuni esempi del concetto di movimento e modularità che caratterizza l’intera collezione sono i cerchi specchianti di ECO che, dotati di magneti, possono essere posizionati in base alle proprie esigenze o al gusto personale, oppure le maniglie dell’armadio DE-SIDERIO, dotate anch’esse di magneti e pertanto modulabili.
La stessa forma circolare, da sempre simbolo di perfezione, rappresenta il tempo ciclico e, di conseguenza, un tempo che non si esaurisce, ma prosegue all’infinito. Il nome “O” nasce dalla volontà di avere una continuità senza pause tra la forma, il contenuto e il suo linguaggio; tutto si rifà al cerchio e alla sua radicale essenzialità. 

Image
4
APR

Cocktail party 13 aprile - Presentazione della "O" Design Collection 2016

Mercoledì 13 aprile dalle 19.00 l'OT Cocktail Party per presentare festeggiare la nuova collezione disegnata da Alessandro Guerriero. La serata è curata da Blend e Tenute Rubino sulle note dei FUTUREGROUND Soundsystem.

Ringraziamo tutti i partner che hanno sostenuto e lavorato insieme a noi al progetto:

Scaff System / Made in Carcere / Blend

Flexalighting / Axalta / Mettinluce / Calia Italia / Strumenti musicali.net / Play Music store / Tenute Rubino 

Paltform / Archirproducts

Image
31
MAR

Con Alessandro Guerriero alla MDW 2016

Ancora una volta Officine Tamborrino sarà protagonista della settimana milanese del design con un’imponente e iconica installazione curata da Alessandro Guerriero, designer e artista di fama internazionale. 

In occasione dell’edizione 2016 della Milano Design Week, lo Spazio ADI di via Bramante 42 verrà trasformato da un’iconica installazione firmata Officine Tamborrino e curata dal maestro Alessandro Guerriero, dove i visitatori verranno virtualmente trasportati in uno scenario spaziale, dalle sembianze tecnologiche e al tempo stesso primordiali. 

L’imponente struttura di acciaio accoglierà` al suo interno “O”, l’inedita Design Collection 2016 disegnata dallo stesso Guerriero per Officine Tamborrino, interamente dedicata al pattern del cerchio. 

L’atterraggio della navicella OT è previsto per lunedì 11 aprile, con una speciale anteprima dedicata alla stampa; l’installazione, che evoca con forza immaginari di altri mondi, sarà poi aperta al pubblico da martedì 12 a domenica 17 aprile, dalle 14 alle 22

Invece per la serata di mercoledì 13 aprile OT organizzerà  dalle 19 in poi un cocktail party con dj set.

Alessandro Guerriero ha personalmente definito il progetto “La Cattedrale”: uno spazio dove ritrovare il pensiero e la concentrazione e, al tempo stesso, un luogo poetico dove perdersi, un labirinto psicologico all’interno del quale il tempo  diventa irreale e dilatato. 

Ancora una volta il maestro decide di rompere gli schemi del design e del suo manifestarsi offrendo ai visitatori un viaggio in una gigantesca struttura onirica: una vera e propria esperienza sensoriale, metafisica e coinvolgente. 

FOLLOW US!

MDW | 12-17 aprile 2016
OFFICINE TAMBORRINO |
?Odi Alessandro Guerriero Spazio ADI – Via Bramante 42, Milano

INFO: info@officinetamborrino.com   evento fb 

 

OFFICINE TAMBORRINO Partnership:
COR AGIS | “Design Story” Temporary Showroom Via Savona 13, Milano

AXALTA COATING SYSTEM | Spazio Material ConneXion

Salone del Mobile | Entrata Padiglioni 9 e 11 – Rho (MI)

 
 

 

Image
17
MAR

Invito ufficiale O di Alessandro Guerriero

Svelata la location che ospiterà il progetto di Alessandro Guerriero per Officine Tamborrino durante i giorni della settimana del design.  

Lo SPAZIO ADI in via Lambrate 42, una volta centrale termolelettrica Enel e presto Casa del Design di Milano, acccoglierà la nuova collezione O e una gigantesca e suggestiva installazione, sempre firmata Alessandro Guerriero. 

O Design Collection 2016 di Alessandro Guerriero 

SPAZIO ADI - via Lambrate 42, Milano 

Dal 12 al 17 aprile 2016.

11 aprile dalle 10.00 : preview giornalisti 

Image
16
MAR

La campagna di Flavio e Frank per OT

L'obiettivo di Flavio e Frank ha fotografato gli oggetti più iconici della collezione. La campagna dei fotografi salentini racconta con grande efficacia e forza l'anima a colori di Officine Tamborrino. 

www.flavioefrank.it

Image
15
MAR

ALESSANDRO GUERRIERO PER OFFICINE TAMBORRINO

Officine Tamborrino è lieta di annunciare la collaborazione con Alessandro Guerriero, designer e artista di fama internazionale e fondatore dell’Atelier Alchimia, uno dei più importanti movimenti del design italiano di post-avanguardia.

La collaborazione con il maestro verrà ufficialmente svelata in occasione della MILANO DESIGN WEEK, il più importante appuntamento mondiale dedicato al design, con un nuovo e iconico progetto.

Il genio creativo e anticonformista di Alessandro Guerriero incontra la passione e la maestria artigianale di Officine Tamborrino dando vita ad una nuova straordinaria collezione, ripensando ogni singolo oggetto e rivedendone la funzione intrinseca. La purezza dell’arte si fonde con la funzionalità del progetto per creare prodotti unici e senza tempo.

Image
1
MAR

Prima o poi ci abbracceremo di Distefano a Officine Tamborrino, appuntamento a cura di Librinfaccia

Officine Tamborrino ospita un nuovo appuntamento di Librinfaccia : “Prima o poi ci abbracceremo” di Antonio Dikele Distefano, presentato da Giusy Santomanco sabato  5 marzo – ore 18,00 – "Ci sono persone che dopo un po' non riescono più a farsi ascoltare, anche se urlano, persone che non hanno più nulla da dirsi e continuano a stare insieme nonostante tutto, perché credono nelle sconfitte incoraggianti." Di questo parla Distefano in Prima o poi ci abbracceremo: di Enrico e Irene, che provano a stare insieme, si dicono "ti amo" senza sapere davvero cosa significhi e restano sempre un passo indietro l'uno rispetto all'altro. "Abbiamo sbagliato strada così tante volte che abbiamo smesso di ascoltare il cuore e ci siamo affidati ai cellulari, ai dubbi, ai conoscenti che ci dicevano che da soli stavano meglio e noi abbiamo provato a scoprire se era vero e siamo stati stupidi." E di Gianluca e Alda, i genitori di Enrico, due che si sono ostinati ad amarsi a tutti i costi, fino al punto di farsi solo del male. Per rendersene conto quando ormai è troppo tardi, quando l'amore si è trasformato in indifferenza, il suo contrario. "Ho visto mia madre guastarsi per un dolore mai sedato. L'ho vista per anni innamorata di un uomo sbagliato. Pentirsi come quando si accorgeva di essersi tagliata i capelli troppo corti, di aver lasciato la pasta un po' di più a cuocere." In Prima o poi ci abbracceremo, con le sue frasi brevi, musicali e cariche di immagini, l'autore racconta i percorsi paralleli di due storie d'amore disfunzionali. E nel farlo cerca di capire la vera natura del sentimento che più ci tiene vivi. L'amore.

 In collaborazione con Officine Tamborrino, Factory18 Studio, I 7 Archi, Mondadori Point e media partner Ostuni Notizie.

PROTAGONISTI

Antonio Dikele Distefano:

 Nato nel varesotto da genitori angolani, Antonio Dikele Distefano cresce a Ravenna. Fin da dodicenne appassionato di hip-hop, nell'ambiente è conosciuto come "Nashy", e ha scritto diversi pezzi musicali. Nel 2010 ha fatto parte del progetto fotografico ravennate “Generazioni in movimento” di Filippo Molinari, dedicato ai ragazzi della cosiddetta seconda generazione di immigrati. 

Proprio in virtù della sua passione musicale, dal 2013 fa parte del duo "Primavera Araba", in cui scrive i testi e canta. Nel 2015 esce per Mondadori il romanzo Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?, delicata storia d'amore tra una ragazza bianca e un ragazzo di colore. Questa stessa storia, ancora prima di essere stata pubblicata con un grosso editore, aveva avuto un buon successo nel self-publishing.

 

Giusy Santomanco: Avvocato. Appassionata di lettura. Ha organizzato per il Festival Internazionale “Attraversamenti” – ed. 2013 e 2014 - “Ti racconto una piazza”.

Libri Dikele Distefano:

Prima o poi ci abbracceremo

Antonio Dikele Distefano, 2016, Mondadori

Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?
Antonio Dikele Distefano, 2015, Mondadori

 

“Prima o poi ci abbracceremo” 

Mondadori, 2016

Autore Antonio Dikele Distefano

Presentazione libro con Giusy Santomanco

Location: Officine Tamborrino – C.da Madonna della Nova ss. 16 Ostuni 

 

Image
25
FEB

OFFICINE TAMBORRINO AL PUGLIA DESIGN STORE

SPAZIO MURAT PRESENTA PUGLIA DESIGN STORE

A Bari il primo concept store dedicato ad aziende, designer e artigiani pugliesi,

ospitato nel nuovo Spazio Murat

 Impact Hub Bari è lieta di annunciare l’inaugurazione del primo concept store dedicato al design e all’artigianato di ricerca pugliese. La società, che gestisce l’innovativo spazio di co-working all’interno della Fiera del Levante, è aggiudicataria del bando per la gestione di Spazio Murat (finora Sala Murat), in Piazza del Ferrarese a Bari, grazie anche alla collaborazione e al sostegno dei partner Edilportale, In/arch, Vessel, Imature, Burning Studio e Farm Cultural Park. A coadiuvare la programmazione artistica per Impact Hub Bari ci sarà la gallery manager barese Paola Lucente, che ha già lavorato al Guggenheim Museum di New York e attualmente impegnata alla Zabludowicz Collection a Londra.

Nell’ambito del Polo per l’Arte e la Cultura Contemporanea della Città di Bari — l’ambizioso progetto che prevede la connessione, nel nome del contemporaneo, di tre luoghi simbolo del capoluogo: Sala Murat, Ex Mercato del Pesce e Teatro Margherita — Spazio Murat presenta al grande pubblico il Puglia Design Store.

Spazio Murat si accinge a diventare uno dei più apprezzati contenitori culturali cittadini, dedicato alla promozione e divulgazione delle arti e della cultura contemporanee. È il primo spazio ad accogliere le attività del Polo per l'Arte e la Cultura Contemporanea, e sarà caratterizzato nel tempo da una ricca programmazione di eventi, con un’attenzione particolare all'arte, all'architettura e al design.

Puglia Design Store, primo progetto di Spazio Murat, propone una selezione di oggetti in vendita realizzati da designer e artigiani pugliesi. I prodotti in esposizione, dai manufatti unici agli arredi, rappresentano l’eccellenza della produzione regionale, unendo le antiche tecniche artigianali alla progettazione contemporanea. Il concept store è la piattaforma in cui le voci del passato si intrecciano ai racconti del “nuovo”, e dove le contaminazioni globali attraversano la produzione locale.

La selezione dei designer e degli oggetti presenti nel concept store è frutto della ricerca di un gruppo di esperti individuato dal Comune di Bari: Porzia Bergamasco, Crispino Lanza e Luigi Partipilo in collaborazione con Massimo Torrigiani, direttore artistico del Polo per l’Arte e la Cultura Contemporanea.

La ricerca è realizzata all’interno di un intervento di tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio culturale, finanziato dalla Regione Puglia attraverso il Programma Operativo FESR PUGLIA 2007-2013, ed è stata divisa in diverse fasi .

In un primo momento, tutti gli artigiani e designer del territorio pugliese sono stati invitati a candidarsi attraverso un form online. Il gruppo di esperti, analizzando le candidature rispetto a standard qualitativi e di coerenza con gli obiettivi della ricerca, ha individuato una serie di realtà (aziende, designer, artigiani) e una selezione dei loro prodotti come rappresentazione (da ampliare in futuro e in continuo divenire) dell’eccellenza del “Fatto in Puglia.

Tale selezione, lontana dall'essere esaustiva rappresenta solo il puto di inizio per la realizzazione di quello che diventerà un osservatorio permanente del design e dell'artigianato di ricerca pugliese. In tal senso subito dopo l'esaurimento della prima fase sarà sempre possibile candidare e proporre i propri lavori attraverso il form on line sul sito internet www.pugliadesignstore.it .

 Le due anime complementari e convergenti, di spazio per esposizioni e di design store, si mostrano fin da subito. Da domani (e fino al 13 marzo), ampio spazio verrà dato ai designer e alle aziende i cui prodotti fanno parte della prima selezione del concept store, che riempiranno la sala. L’invasione creativa di Puglia Design Store si avrà da un lato con l’esposizione degli oggetti, dall’altro con la presenza degli stessi designer e delle aziende, che mostreranno in questa occasione non solo gli oggetti finiti, ma anche il processo di ideazione e realizzazione degli stessi.  Dal 13 marzo in poi gli oggetti presentati resteranno esposti all'interno del Puglia Design Store nello spazio ad esso permanentemente dedicato.

 Spazio Murat aprirà le porte al pubblico il 26 febbraio con una serie di attività dedicate al design, fino al 13 marzo, e ospiterà un fitto programma di incontri, laboratori, proiezioni di film e documentari, che vedranno la partecipazione di esperti e la collaborazione di istituzioni del mondo del design italiano.

 

Puglia Design Store ha selezionato nella collezione OFFICINE TAMBORRINO  il tavolo Volta di Marco de Masi, la sedia No Smoking e la lampada BB di Andrea Epifani e la libreria Prima, tra i pezzi più iconici del marchio. 

 

 

Per info e contatti: info@spaziomurat.it  |  080.9904680

 Puglia Design Store 

 

Image
15
FEB

Officine Tamborrino cerca agente plurimandatario

RICERCA PROFILO - Agente Plurimandatario Settore Arredo & Design

Proposta

Officine Tamborrino è un brand emergente del settore arredo con una spiccata passione per il design e la sperimentazione su materiali come l’acciaio combinato con legno, marmo, vetro.

Questa ricerca espressa anche attraverso la collaborazione con designer esterni, ha dato vita ad una collezione di mobili e complementi d’arredo per uso residenziale e contract che si esprime con un linguaggio estetico moderno,  innovativo e distintivo.

Per aumentare la presenza distributiva presso negozi multimarca di arredo e design, Officine Tamborrino


RICERCA AGENTI PLURIMANDATARI

ZONE DI OPERATIVITA': Area Nielsen 1 e 4

 

Competenze ed esperienze richieste

Il candidato ideale è un agente di commercio dotato di un proprio portfolio clienti, che unisca ottime capacità organizzative e relazionali con un’efficace gestione di trattative negoziali e, infine, che abbia una spiccata propensione al lavoro per obiettivi. Completa il profilo una buona cultura generale e la passione per il design.

L’esperienza

È richiesta esperienza pluriennale nella vendità B2B: negozi, contract e retail.

 

Contatti:

marketing@officinetamborrino.com

Profilo OT:

Officine Tamborrino è la nuovissima linea di complementi d’arredo metallici del gruppo Scaff System, azienda leader da oltre un cinquantennio nella progettazione e produzione di strutture metalliche per varie destinazioni d’uso.

www.scaffsystem.it

Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.

 

Image
4
GEN

La tematica del progetto nel nuovo calendario 2016 di Officine Tamborrino e ScaffSystem

 

Il nostro 2015 è  stato un anno improntato sul tema del progetto, cuore vivo del nostro operare e del nostro proporci di questo ultimo periodo.   

Progettare significa guardare avanti, oltre gli ostacoli e le contingenze, tracciando una proiezione che racchiuda i valori dell’azienda e nuove prospettive di crescita.

In questo calendario vi raccontiamo due grandi progetti di impianti di magazzinaggio che ci hanno visti impegnati con importanti clienti.

Abbiamo vissuto il cantiere come un divenire che non si esaurisse con la realizzazione, ma che rilanciasse a nuove visioni e idee, in continuo dialogo con i committenti che hanno scelto Scaff System per realizzare impianti fondamentali per lo sviluppo e l’organizzazione delle loro aziende.

Progettare significa anche studiare, fare ricerca e ampliare i propri orizzonti.

Tutto questo ha rappresentato il nostro percorso di brand identity  costruito attraverso una rete sempre più ampia di collaborazioni e rapporti sinergici con aziende e professionisti. Abbiamo comunicato la nostra identità e la filosofia che sta alla base del nostro lavoro attraverso anche l’apertura dell’azienda verso la cultura e il sociale.

Un esempio su tutti è la partecipazione di Officine Tamborrino alla Design Week milanese negli spazi di Ventura Lambrate. La prestigiosa collaborazione con Moleskine, per cui abbiamo realizzato l’allestimento dello spazio espositivo, e il progetto“Feeding Creativity” sviluppato insieme al ristorante sociale Xfood hanno rappresentato una settimana di intense emozioni condivise insieme ai tanti partner che hanno creduto nel progetto, ma soprattutto ai ragazzi diversamente abili che per la prima volta hanno lasciato le loro famiglie per vivere questa straordinaria esperienza.

In questo senso abbiamo compreso che progettare per noi equivale spesso a condividere un’idea, darle una forma e crescere insieme ad essa. 

E infine, a suggello di questo intenso anno di sfide e traguardi, l’inserimento del tavolo Volta di Officine Tamborrino nella selezione ADI INDEX 2015 certamente ci fa conquistare uno sguardo ancora più lungo.

Ringraziando tutta la nostra squadra e i nostri partner, portiamo nel nuovo anno tanti altri progetti e tanta voglia di fare.

Auguriamo a tutti  UN 2016 DI VALORE.

 

Foto in copertina di Valeria De Angelis.

Image
23
DIC

Open cocktail party al Corner OT di Bari

Vi aspettiamo il 23 e il 24 dicembre a Bari per un cocktail party all'insegna del design.

 

Il nostro corner in via Bozzi 79-81 parteciperà alla manifestazione di UmbertiAmo in cui il quartiere più cool dello shopping barese si animerà con diverse iniziative. Troverete la collezione red and white di officine Tamborrino "Design your Christmas" oltre ad alcuni dei  pezzi più iconici del nostro marchio, come Cambusa e il tavolo Volta.  

 

Disegni Italiani / Corner OT

Via G. Bozzi 79-81 Bari 

orari consueti del negozio

080.3325919

338.4997742

Image
17
DIC

OT incontra Anna Nacci e We are The Children

In occasione di "Un incontro al mese" il 20 dicembre incontreremo Anna Nacci, musicista, sociologa, counselor, redattrice radiofonica e project manager.

Anna Nacci dal 2014 ha messo in essere un progetto umanitario che prevede tre tappe, destinato ai minori, WE ARE THE CHILDREN

Dopo aver lavorato con i minori a rischio negli anni '90, e dopo aver corroborato le proprie esperienze a Londra con minori a rischio e adulti vulnerabili, Anna Nacci ritiene di voler tornare a lavorare con i bambini. Ma questa volta a livello internazionale, usando sempre la Musica, per poter ancora una volta creare solidarietà, crescita, conoscenza.

E' il tempo di progettare WE ARE THE CHILDRENè il tempo di creare un link fra i bambini italiani e quelli africani, di seminare fratellanza nelle generazioni di domani, nella convinzione che solo lavorando con in bambini si possa coltivare il seme dell'accoglienza e della pace per le generazioni a venire. E' il momento di riconoscere nei bambini degli altri i nostri bambini, e il bamino che siamo stati e che vivrà per sempre in noi.

Il progetto WE ARE THE CHILDREN nasce da percorsi tracciati dall’ascolto e dall’osservazione, dai processi educativi e di sostegno portati avanti col supporto della musica, dalla forte convinzione che l’essere umano è sempre in cammino alla ricerca di apprendimento, cambiamento e miglioramento.

WE ARE THE CHILDREN è stato chiamato così perchè NOI siamo i bambini, perchè dentro di noi vive sempre il bambino che siamo stati, perchè riuscire a prenderci cura di lui significa saper meglio gestire la nostra emotività e meglio relazionarci con gli altri e con i bambini degli altri;perchè a cominciare dai bambini possiamo certamente costruire un futuro migliore, all'insegna dell'accoglienza, della pace, della fratellanza. 

I bambini non fanno distinzioni di colore di pelle, di linguaggio, di religione. Loro hanno sempre un modo per comunicare, stare insieme e giocare. E' l'adulto che spesso gli infonde insicurezze, timori e pregiudizi. Allora ricordiamoci il bambino che eravamo e curiamolo come ogni bambini ha diritto ad essere curato.

Il primo step del progetto si è svolto tra Ostuni e il Ghana. Ora è tempo di organizzarsi per il secondo step, in Kenya.

Durante la serata si raccoglieranno offerte per il progetto “We are the children” e accaddranno inedite incursioni musicali. 

Vi aspettiamo numerosi e generosi. 
Un piccolo gesto per un grande progetto.

 

Evento su FB: https://www.facebook.com/events/770752856384100/ 

Il 20 dicembre 2015

ore 19.00

Store Officine Tamborrino

 

L'Associazione Culturale “Folletti e Folli”, in collaborazione con il Centro di Cultura Donato Cirignola, Officine Tamborrino e Associazione “Tarantula Rubra”, presenta da novembre 2015 ad aprile 2016 “Un Incontro al Mese”; Rassegna semiseria, che ospita personaggi interessanti del territtotio o che hanno legami con esso: artisti, scrittori, uomini di scienza, cantautori La formula è quella di provare a “ conoscere se stessi “, far emergere essenzialmente “ la persona ”, partendo dal vissuto e dal quotidiano, percorrendo la strada delle emozioni condivise per arrivare quasi sempre all’opera creativa. 

 

 

Image
15
DIC

Design e sostenibilità. Talk a cura di OT e Adi Puglia e Basilicata per l'ExFadda Winter Festival

Un incontro sul design, mercoledì 16 dicembre alle 18.30, in occasione dell'Exfadda Winter festival a San Vito dei Normanni, in Puglia.

Quando la funzione si traduce in una forma etica ed ecologica, il design accorcia sempre di più i passi verso il futuro, quello giusto e consapevole.
Il talk, a cura di Officine Tamborrino e Adi Puglia e Basilicata all'interno del Winter Fest di Ex Fadda di San Vito dei Normanni, vi racconterà proprio attraverso le voci dei designer la sostenibilità e il recupero dei materiali per creare nuove forme e una nuova consapevolezza.

Parteciperanno:
Alfio Cangiani, designer esperto in recupero e riciclo dei materiali.
Andrea Epifani , designer, ci parlerà della sua sedia NoSmoking realizzata con carta riciclata.
Giusy Ottonelli, architetto cofondatore di Hub Bari, ci parlerà del progetto Barraq
Rossella Cardone, architetto blogger

Il Talk è a  cura di Officine Tamborrino e ADI delegazione Puglia e Basilicata

Durante il mese di apertura del Negozio a Tempo, l’ExFadda organizza l’ExFadda Winter Festival, un ricco cartellone di eventi di musica, teatro, design, gastronomia, cinema e letteratura.

Tra gli appuntamenti spiccano il workshop di serigrafia a cura di Studio Cromie di Grottaglie (Ta) previsto per il 19 e 20 dicembre, il MarteLabel Festival (27 dicembre) che vedrà tra gli ospiti  Lorenzo Kruger dei Nobraino, la cantautrice UNA, i Moustache Prawn e Roberto Dellera degli Afterhours e la Cena Titanica di Rural Hub organizzata in concomitanza con il concerto dell’orchestra della World Music Academy.

Tutto il programma è disponibile su www.exfadda.it 

Evento su Fb https://www.facebook.com/events/498107960348879/ 

Image
14
DIC

Arancne & Anansi. Il teatro allo store di OT per sostenere il progetto We are the Children

Martedì 15 dicembre Officine Tamborrino ospiterà il monologo Arancne & Anansi del regista e attore Vittorio Continelli per sostenere We Are The Children.

Il teatro per sensibilizzare e sostenere importanti progetti di solidarietà.

Nel 2014 We are the children ha portato aiuti e donato un po' di serenità ai bambini dell’orfanotrofio “Kinder Paradise” di Prampram, Accra, in Ghana.

Quest’anno sarà la volta del Kenya e si dedicheranno agli orfanotrofi Dream Children’s home”  diretto da Mrs Rachel Gichia e "Tumaini Children's home", un orfanotrofio solo per bambini sieropositivi, diretto dall'OSVIC di Oristano.

We are the children parte dall'Italia, educando i bambini italiani alla solidarietà, alla conoscenza di altre realtà e di altri vissuti, ai valori dell’accoglienza, della fratellanza, dello scambio. 

Come il ragno tesse pazientemente la sua tela, l’umanità ha intessuto storie per millenni, intrecciandole. Le trame tenaci di quelle storie resistono, arrivano a noi contemporanei e continuano a parlarci, sotto forma di mito o di immagini evocative.

Discorso sul Mito - Aracne e Anansi è il racconto di fili che si intrecciano, si ritrovano a distanze remote dalla loro origine e danzano ancora.

 

Raccontare storie è la ragione per cui si sale sul palco, ascoltare storie, guardare le immagini che evocano e riconoscersi in esse è quella per cui ci sediamo in platea.

discorso sul Mito è un progetto teatrale composto da una serie di spettacoli che coniugano il racconto di storie antiche e l’incontro con il pubblico. Incontro reale e slegato dalle convenzioni teatrali che si sviluppa in ogni luogo ci sia un pubblico disposto ad ascoltare.

 

Martedì 15 dicembre ore 19.00

Store di Officine Tamborrino - Ostuni

www.wearethechildren.it 

Image
12
DIC

Menzione Best Products 2015 in Archiproducts

Archiproducts inserisce tra i BEST PRODUCTS 2015  tre prodotti iconici della Collezione di Officine Tamborrino.

Volta, il tavolo firmato da Marco De Masi e selezionato da Adi Index e in concorso per Il compasso D'Oro, NoSmoking la sedia ecosostenibile con carta reciclata di Andrea Epifani e lo sgabello in acciaio e rovere Primitivo di Davide Negri sono i prodotti OT rientrati nella felice classifica Archiproducts degli oggetti di design più venduti nel 2015.

Per la menzione sarà presente una speciale promozione fino al 18 dicembre su www.archiproducts.com.

 

Image
9
DIC

Un nuovo corner OT a Bari

Dal 9 dicembre 2015 Officine Tamborrino è presente a Bari, avviando un’inedita e interessante collaborazione con lo store Disegni Italiani.

I capi di abbigliamento di CP Company dialogheranno infatti con i mobili e gli oggetti di design firmati OT,  trasformando l’allestimento dello spazio e il suo concept.

Vi aspettano a pochi passi dal Teatro Petruzzelli e nella zona cool dello shopping barese,  alcuni tra i pezzi più iconici del marchio di design in acciaio, come ad esempio Cambusa,  lo scrittoio OT57 oppure gli oggetti  “Design Your Christmas “, una collezione Red and White creata per il Natale 2015.

 

Corner OT Bari

c/o negozio Disegni Italiani

via Bozzi, 79 /81 Bari

Mar- Sab h 10.00 – 13.00 / 18.00-20.30

+39.080.3325919

aperture domenicali a dicembre

Image
5
DIC

Il Negozio a Tempo de La Manta. Tante le ispirazioni per un Natale 2015 firmato da designer, artigiani, illustratori e artisti.

Officine Tamborrino è lieta di invitarvi all'inaugurazione del Negozio a Tempo: da domenica 6 dicembre design, vintage e artigianato all’ExFadda di San Vito dei Normanni.

Dal 6 dicembre al 6 gennaio apre all’ExFadda di San Vito dei Normanni (Brindisi) il Negozio a Tempo de La Manta. Un temporary shop allestito in 100mq, riqualificati per l’occasione, del vecchio stabilimento enologico dei primi del ‘900.  Tante le ispirazioni per un Natale 2015 firmato da talentuosi designer, artigiani, illustratori e artisti pugliesi e non.

Domenica 6 dicembre 2015 inaugura un nuovo spazio dell’ExFadda: il Negozio a Tempo, un’esposizione temporanea che coinvolgerà oltre 30 artigiani, designer, artisti e illustratori pugliesi tra cui il talentuoso ceramista grottagliese Giorgio Di Palma, Angelo Milano di Studio Cromie con la linea di abbigliamento Roba di Sangue, i designer leccesi Maurizio Buttazzo e Gianfranco Conte, lo studio grafico BigSur, l’antiquario brindisino Galiano Lombardi de La Valigia delle Indie e la ricamatrice Angela Ferraro.

Il Negozio a Tempo è un’idea de La Manta, il progetto di artigianato di comunità che mette l’estro del giovane designer pugliese Domenico De Pascale e la manualità delle signore artigiane di San Vito die Normanni e Carovigno. Il progetto, nato in collaborazione con Pierangelo Argentieri (general manager di Tenuta Moreno di Mesagne), combina tecniche di lavorazione all’uncinetto della lana con una ricerca su pattern contemporanei. La prima collezione Classic de La Manta sta riscontrando un ottimo successo negli ambienti del nuovo artigianato e del design, fino ad essere selezionata per il Matera Design Weekend che si terrà nella Capitale della Cultura 2019 dal 11 al 13 dicembre 2015.

Durante il mese di apertura del Negozio a Tempo l’ExFadda organizza l’ExFadda Winter Festival, un ricco cartellone di eventi di musica, teatro, design, gastronomia, cinema e letteratura.

Tra gli appuntamenti spiccano il workshop di serigrafia a cura di Studio Cromie di Grottaglie (Ta) previsto per il 19 e 20 dicembre, il MarteLabel Festival (27 dicembre) che vedrà tra gli ospiti  Lorenzo Kruger dei Nobraino, la cantautrice UNA, i Moustache Prawn e Roberto Dellera degli Afterhours e la Cena Titanica di Rural Hub organizzata in concomitanza con il concerto dell’orchestra della World Music Academy. Tutto il programma è disponibile su www.exfadda.it

Officine Tamborrino oltre ad essere partner tecnico della manifestazione, sarà presente  come espositore negli spazi de La Manta con una collezione ad hoc per il Natale.  Inoltre per il Winter festival curerà, in collaborazione con ADI Puglia e Basilicata, un talk su design sostenibile e riciclo dei materiali che si terrà il 16 dicembre.

 Il Negozio sarà aperto tutti i giorni dalle 18:00 alle 21:00 e full time dal 19 al 24 dicembre.

________________________________________________________________________________________________

Info e contatti

Negozio a Tempo de La Manta

Esposizione di artigianato e design

338 86 60 291 / 348 01 03 428 / 334 56 54 764

info@lamanta.it

Image
4
DIC

Officine Tamborrino veste la pigna in acciaio. Pumò: quando la tradizione diventa linea pura

Ha origini antiche Pumò, il nuovo prodotto di Officine Tamborrino. La pigna è dono dell'artigianato pugliese e delle sue radici culturali.

La forma di bocciolo che sta per schiudersi è simbolo di nuova vita, prosperità e fecondità, ma anche di buon augurio. In passato veniva utilizzata per ornare i balconi dei palazzi signorili in tutta la Puglia. Oggetto divenuto oramai da collezione, viene usato da tempo come complemento d'arredo.

Grazie all'incontro con Officine Tamborrino, adesso, la sua identità tradizionale viene rivisitata per renderlo un oggetto unico.

Per la prima volta Pumò veste la pigna in acciaio ed esprime il dialogo tra passato e futuro, assegnando a un oggetto della tradizione pugliese un carattere nuovo.

Pumò è firmato dal designer Francesco Farina

Image
23
NOV

La Nostra Foresta. Officine Tamborrino apre gli spazi di produzione al teatro.

 La nostra Foresta di  Folletti e Folli - Sabato 28 Novembre 2015 ore 19.00 - Officine Tamborrino a Ostuni 

Officine Tamborrino apre i suoi spazi al teatro e al suo pubblico con La nostra Foresta liberamente tratto dal testo “La Chiave dell’Ascensore” della scrittrice ungherese Agòta Kristof . Lo spettacolo mette a nudo, in modo non convenzionale, la triste condizione femminile in un contesto inverosimile ma fortemente attuale. La donna idealizza l’amore per l’uomo accettando ed assecondando la sua ossessionante protezione. La versione inedita ed originale è caratterizzata da elementi quali: il sogno, la favola, l’ironia, l’humour nero.

La drammaticità viene sostenuta da una danza simbolica ed evocatrice, mentre la scelta delle musiche conduce lo spettatore fuori dai tipici schemi ritmico-scenico, rendendo la rappresentazione profonda ma al tempo stesso leggera e portando il fruitore ad una riflessione e discussione sui rapporti uomo-donna. 

 Condotto da Giusy Santomanco

Un progetto di Folletti e Folli 

con Antonella Colucci, Dario Lacitigno, Elena Sansonetti, Pasquale D’Amico e Pietro Putignano.

 

L’Associazione Culturale Folletti e Folli, in collaborazione con il Centro di Cultura Donato Cirignola, Officine Tamborrino e Associazione Tarantula Rubra, presenta da novembre 2015 ad aprile 2016 Un Incontro al Mese: rassegna semiseria.

Un ciclo che ospita personaggi interessanti del nostro territorio o che hanno legami con esso: artisti, scrittori, uomini di scienza, cantautori, i quali interagiscono con i conduttori e con il pubblico attraverso una formula d’incontro basata sulla leggerezza ed al tempo stesso sulla profondità del messaggio; la formula è quella di provare a “conoscere se stessi“, far emergere essenzialmente “la persona”, partendo dal vissuto e dal quotidiano, percorrendo la strada delle emozioni condivise per arrivare quasi sempre all’opera creativa. 

 

 

 

 

Image
17
NOV

Incontri ADI a Lecce: il vino come risorsa, il design come motore di innovazione.

La galleria Francesco Foresta, riconosciuta nel programma del Ministero dei Beni Culturali, nell’ambito del proprio programma culturale per Lecce Capitale Italiana della Cultura 2015, ospita la Delegazione ADI di Puglia e Basilicata che ha invitato per la serata del 18 una serie di personaggi a fare una riflessione sulla risorsa VINO, a partire dall’ambiente, dall’architettura, e dal territorio e la sua sostenibilità. Per la serata del 19 si discuterà di Design come motore dell’innovazione con Publicomm, casa editrice della rivista PLATFORM, e l’agenzia di comunicazione Looping di Milano.

Programma serate

18 novembre 2015 
IL VINO. (risorsa/carburante per lo sviluppo) 
Architettura, Paesaggio, Territorio.

Galleria Francesco Foresta – Lecce ore 19.00

Intervengono:

Roberto Marcatti - Presidente ADI Delegazione Puglia e Basilicata - Risorse, ambiente e sostenibilità. 

Ing. Alessandro Delli Noci – Assessore all’innovazione tecnologica, politiche comunitarie, politiche giovanili, politiche per il lavoro e formazione professionale del Comune di Lecce.

Ing. Ubaldo Spina – Responsabile della Divisione Design del Consorzio CETMA – Brindisi – Dal tutore al salva goccia: ricerca e sviluppo nel settore vitivinicolo pugliese.

Dott.ssa Barbara Mottura Vice presidente del consorzio Movimento del Turismo del Vino, e titolare delle cantine Mottura di Tuglie

Alfredo Foresta - Architetto – Modera

19 novembre 2015 
DESIGN MOTORE DELL’INNOVAZIONE.
La via per l’Internazionalizzazione.

Galleria Francesco Foresta – Lecce ore 19.00

Intervengono:

Roberto Marcatti - Presidente ADI Delegazione Puglia e Basilicata – Design dell’innovazione o innovazione del Design?

Simona Finessi - Capo Editor PLATFORM - Progettare la comunicazione nel mondo globale 

Angelo Dadda - Direttore Creativo LOOPING – PLATFORM: to be different

Massimo Accoto - Architetto – Marketing e comunicazione in architettura & design

 

PLATFORM Architecture and Design si presenta a Lecce

 

Il capoluogo salentino, Capitale della Cultura 2015, ospita il 19 novembre gli editori del magazine, dal carattere fortemente internazionale, dedicato al mondo dell'architettura e del design

 

Nell'ambito del programma creato ad hoc per Lecce 2015 Capitale della Cultura, giovedì 19 novembre, presso la Galleria Francesco Foresta in Via Federico d'Aragona, verrà presentato PLATFORM Architecture and Design, il bimestrale di cultura dedicato al mondo dell'architettura e del design.

Nato a marzo 2015, il magazine edito da Publicomm Srl è frutto di scelte coraggiose e di una grande capacità di visione, che hanno reso in pochi mesi il network composto anche dal web, dai social, dal blog e dagli eventi di marketing relazionale – un punto di riferimento per oltre 300 mila lettori tra professionisti, opinion leader e operatori del settore del mondo dell'architettura e del design a livello internazionale. 

A testimoniare il crescente consenso ottenuto dal magazine c'è l'accordo della durata di 6 anni siglato a ottobre con una importante e nota casa editrice molto introdotta nel mondo arabo, la UNIVERSAL Publisher, con sede a Beirut, Ryad e Abu Dabi. L'accordo è anche frutto delle sinergie creatasi nel corso di Archmarathon Beirut, evento ideato e organizzato dello stesso editore di PLATFORM, la cui prossima edizione è in programma a Milano nel mese di maggio 2016. 

Il format mette in competizione una cinquantina di studi di progettazione provenienti da diverse parti del mondo, assegnando premi suddivisi in categorie che vanno dagli spazi dedicati alla cultura e all'educazione agli uffici, dalle infrastrutture alle case private, fino agli edifici religiosi. Dopo il successo della prima edizione 2014, che ha registrato oltre 1.000 visitatori professionisti, la kermesse ha bissato quest'anno in Libano, dove ha catturato l'attenzione di oltre 2.200 ospiti provenienti dall'area del Mediterraneo e dei Paesi Arabi. 

Grazie al nuovo accordo, PLATFORM, dopo aver varcato i confini nazionali, con la diffusione in Austria, Belgio, Brasile, Francia, Malta, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Svizzera tedesca, Tailandia e Taiwan, a partire dalla quarta uscita 2015 è quindi distribuita anche in Algeria, Arabia Saudita, Bahrein, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Iran, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Nigeria, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Sudan e Tunisia. A seconda della nazione di distribuzione, la rivista, che viene già edita in doppia lingua italiano-inglese, verrà pubblicata nelle versioni inglese-arabo, inglese-francese e inglese-persiano.

 

La tiratura del magazine dedicata ai nuovi Paesi sarà di 15.000 copie, che portano a 45.000 il totale delle copie distribuite e aumenta così, in modo esponenziale, i contatti raggiunti in edicola e attraverso la vendita via web.

 

Ufficio stampa

info@mas-milan.com

Tel. + 39 02 36593962

Image
3
NOV

Incontro con Angelo Jelmini - 10 novembre '15 alle 17:30 presso Officine Tamborrino

A Ostuni presso la sede di Officine Tamborrino si terrà l'incontro con Angelo Jelmini il 10 novembre 2015 alle ore 17:30.

La conferenza fa parte del ciclo delle DESIGN CULTURE LECTURE SERIES, organizzate dall'ADI Delegazione Puglia e Basilicata con lo scopo di offrire una panoramica su quello che accade oggi sul fronte dell’architettura e del design.

In particolare Jelmini, art director e designer con esperienza internazionale, metterà in evidenza la natura sempre più interdisciplinare dell'architettura e del design, contaminati da nuovi saperi e nuovi linguaggi legati a temi come co-housing, architettura legata al paesaggio, giardini planetari, ambiente e sostenibilità, design sociale, design sistemico e marketing design.

Contattateci a info@officinetamborrino.com per maggiori dettagli

Image
26
OTT

Officine Tamborrino e Anna Scalfi Eghenter per la Biblioteca Valvassori Peroni di Milano

L'opera MapCase, ideata dalla sociologa e designer Anna Scalfi Eghenter e realizzata da Officine Tamborrino, verrà presentata venerdì 30 ottobre alle 18:30 a Milano in via Valvassori Peroni 56 - zona 3.

Presentata in anteprima durante lo scorso Fuorisalone di Milano in collaborazione con Ventura Projects, simboleggia un concetto di scaffalatura che riproduce sempre la trama della mappa del luogo in cui viene allestita.

Adesso viene donata con orgoglio ed emozione alla Biblioteca Valvassori Peroni di Milano per lasciarla interagire con la città di cui rappresenta la mappa.

Vi aspettiamo numerosi all'inaugurazione!

Per maggiori dettagli: info@officinetamborrino.com

Image
05
OTT

Officine Tamborrino selezionata per ADI DESIGN INDEX 2015 con il tavolo VOLTA

Officine Tamborrino, selezionata dall'Osservatorio permanente del Design per ADI DESIGN INDEX 2015 con il tavolo VOLTA, è lieta di invitarvi alla Mostra che mette in luce come ogni anno il miglior design italiano.

 



ADI DESIGN INDEX 2015
 
5-9 ottobre 2015
c/o ADI per EXPO
Milano, via Bramante 42
Tutti i giorni dalle 10 alle 19
 
16-25  ottobre 2015
Serra Espositiva dell'Orto botanico
Roma, Largo Cristina di Svezia 24
Tutti i giorni dalle 9 alle 18.30

Officine Tamborrino progetta, produce e distribuisce arredi in metallo per uso residenziale e contract. Il marchio, nato nel 2012, è stato inserito da Wallpaper tra i migliori nuovi brand presenti al Salone del Mobile 2013.

Per maggiori dettagli: info@officinetamborrino.com

Image
05
AGO

Officine Tamborrino e' on-line su Archiproducts Store!

Officine Tamborrino rafforza la sua sinergia con Archiproducts e attiva la sua presenza nella sezione Store!

Tutti i prodotti della collezione saranno acquistabili on-line direttamente dalla piattaforma di Archiproducts che, insieme a Edilportale, Archilovers, Archiportale e Archipassport, rappresenta ormai il network di riferimento imprescindibile per tutti i professionisti dell'architettura e dell'interior design.

Grazie a questa collaborazione sarà possibile beneficiare delle speciali promozioni che verranno proposte regolarmente nello Store on-line. Continuate a seguirci anche su Archiproducts http://www.archiproducts.com/it/prodotti-officine-tamborrino-a156120.html

Image
29
LUG

Festival dei Sensi 21-23 agosto nei territori pugliesi della Valle d'Itria

Officine Tamborrino vi segnala la nuova edizione del Festival dei Sensi che si terrà dal 21 al 23 agosto nei territori pugliesi della Valle d'Itria.
Si tratta di un'iniziativa di pregio che mira a coniugare cultura e riscoperta dei ritmi più autentici del nostro territorio, con percorsi tematici legati al coinvolgimento dei sensi e a incontri con personalità del mondo della cultura e dell'informazione.

Maggiori informazioni sul programma su www.festivaldeisensi.it

Image
3
LUG

6-11 luglio, Taranto: Scaff System e Officine Tamborrino partners della Festa dell’Architetto 2015

Dal 6 all’11 luglio a Taranto Scaff System e Officine Tamborrino saranno partners della Festa dell’Architetto e della Conferenza Nazionale degli Ordini degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

Per un’intera settimana la città dei due mari ospiterà incontri, mostre e convegni sul tema “Post_produzione. Città, industria, ambiente. Una visione di progetto” con l’importante obiettivo di sviluppare un dibattito culturale su tematiche cruciali per la gestione del territorio locale e nazionale.

Maggiori informazioni su http://www.architettitaranto.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=1052:conferenza-nazionale-oappc-taranto

Image
5
MAG

Nepal (h)eartquake: 10 maggio 2015 - 18:30 by Officine Tamborrino e Aifo

Domenica 10 maggio alle 18:30 lo store di Officine Tamborrino ospiterà l’incontro “NEPAL (h)EARTHQUAKE”, una serata per conoscere e aiutare il Nepal attraverso i racconti, le fotografie ed i testi di Franco Colizzi – Coordinatore AIFO Puglia, che ha visitato più volte quelle terre.

Durante la serata sarà possibile contribuire alla raccolta fondi promossa dall’ONG Watch (Women Acting Together for Change) per aiutare le comunità rurali colpite dal sisma di pochi giorni fa.

Vi aspettiamo numerosi!

Per info: events@scaffsystem.it oppure Franco Colizzi 335-7543784

Image
1
APR

Officine Tamborrino & XFOOD al Fuori salone Milano Design Week 14-19 aprile 2015

Dal 14 al 19 Aprile il design di Officine Tamborrino e la ristorazione sociale di XFOOD si uniranno in occasione della Milano Design Week per un progetto speciale: uno spazio unico che nutrirà la zona di Lambrate (Via Ventura, 14) di cultura, aggregazione e innovazione sociale. Special media partner: Archiproducts.

 

Il marchio di design Officine Tamborrino continua il suo percorso fatto di sperimentazioni e contaminazioni.

            Nel 2014 il progetto Feeding creativity prendeva le sembianze di una “casa” in cui far vivere il dialogo tra design e arte. In questa nuova edizione del Fuori Salone, invece, Officine Tamborrino si confronta con il mondo del food, realizzando un distretto culinario pugliese con XFOOD, il primo ristorante sociale pugliese che a San Vito dei Normanni (BR) impiega in sala e in cucina ragazzi e ragazze diversamente abili, nella cornice dell’Ex-Fadda, un ex stabilimento enologico restituito alle idee e all’innovazione sociale.

Alla Milano Design Week in via Ventura, 14 prenderà dunque forma un progetto speciale: molto più di un ristorante, un vero e proprio spazio sociale che nutrirà la città di cultura, aggregazione e innovazione sociale.

Il menù Feeding creativity seguirà la primavera offrendo piatti gustosi e biologici della tradizione pugliese. Il pubblico internazionale di Ventura Lambrate sarà accolto quindi dallo spirito del mediterraneo di Feeding creativity, il temporary restaurant di XFOOD, che proporrà un modo nuovo di vivere il proprio break: saporito, sano, ma soprattutto diverso.

Anche la cultura avrà un posto di rilievo: dal 17 al 19 aprile, in mattinata, verranno realizzati tre incontri aperti al pubblico e dedicati al design sostenibile. Per ogni incontro una diversa declinazione: green, sociale e cultura dell’inclusività del bambino.

L’intero allestimento sarà realizzato da Officine Tamborrino, che presenterà  in anteprima anche due nuove creazioni “6sit” di Giuliana Gatti e “Let’s Talk” di Sara Mondaini, un tavolo sociale composto da tre elementi uniti tra loro da un perno,  chiara evocazione dell’intero progetto. Saranno presentate inoltre alcune opere dei seguenti designers: “Q-cina” di Momang, “Fuedi” di Mario D’acquino, “No Smoking” di Andrea Epifani.

Sostenibilità e sociale sono certamente le parole chiave che formano l'anello di congiunzione tra i due brand del progetto, XFOOD e Officine Tamborrino, per costruire insieme uno spazio in Ventura Lambrate, che invita a sentirsi bene e a pensare.

Per il programma completo clicca sull'immagine di questa news o seguici su facebook.com/officinetamborrino e ai seguenti link per maggiori informazioni: http://www.edilportale.com/eventi/2015/via-ventura-14-milano/feeding-creativity_11426.html
http://www.archiportale.com/eventi/2015/via-ventura-14-milano/feeding-creativity_11426.html
http://www.archiproducts.com/it/eventi/milano-design-week/113/fuorisalone

Per scaricare il press kit clicca qui http://www.officinetamborrino.com/it/presskit.zip

Image
13
MAR

Officine Tamborrino al Vinitaly di Verona dal 22 al 25 marzo

Sperimentiamo. Comunichiamo. Uniamo settori e prospettive. Crediamo nel design come stile di vita che mette insieme arredo e gusto per il vino di alta qualità. Ecco perché l'azienda Monaci di Severino Garofano di Copertino ha scelto Officine Tamborrino per dare un'identità speciale al proprio stand presso il Vinitaly di Verona dal 22 al 25 marzo. Vi aspettiamo presso lo stand A7 Pad. 7 !

Image
23
DIC

28 dicembre - 18:30 Presentazione del libro "Venditori di fumo" presso lo store di Officine Tamborrino

Officine Tamborrino vi augura buone feste e vi invita a un nuovo appuntamento culturale nell'ambito di Ostuni Pop - Winter edition, la seconda edizione del festival della cultura pop della Città Bianca.

Il 28 dicembre alle ore 18:30, il giornalista Giuliano Pavone di Repubblica presenterà il libro "Venditori di fumo", dedicato alla questione dell'Ilva di Taranto, presso lo Store di Officine Tamborrino.

Vi aspettiamo numerosi!

Image
05
DIC

12 DIC. ore 18:00 - Le Officine Tamborrino accolgono l'Arch. M. G. Grasso Cannizzo

Officine Tamborrino e Scaff System sono lieti di invitarvi a "Visioni e Racconti contemporanei” - ciclo di incontri in fabbrica con personalità della cultura e del mondo dell’impresa, per coltivare il senso critico e condividere idee e progetti.

Il primo appuntamento è per venerdì 12 dicembre alle ore 18:00 presso lo Store di Officine Tamborrino a Ostuni (BR) con l'arch. Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, una delle figure più rilevanti dell'architettura contemporanea.

Sarà l'occasione per conoscere da vicino una professionista che apre la sua "cassetta degli attrezzi" per parlare al pubblico del suo modo di procedere e delle sue realizzazioni più recenti.

Una delle ultime è stata la mostra che si è tenuta ad Innsbruck da luglio a settembre 2014 negli spazi di AUT.

In occasione dell'incontro presenterà "LOOSE ENDS", pubblicato da Lars Müller Publishers.

E' previsto un momento conclusivo e conviviale con un calice di buon vino, gentilmente offerto dalle cantine "Claudio Quarta Vignaiolo" di Guagnano (LE).

Per motivi organizzativi e di spazio, per partecipare è necessario inviare conferma a info@officinetamborrino.com

Image
17
NOV

Officine Tamborrino al seminario dell'ADI “Tra il dire e il fare – Il Design come leva strategica dello sviluppo di un territorio”

L'ADI, insieme al Consorzio CETMA e al MUST (Museo Storico di Lecce) organizza il seminario “Tra il dire e il fare – Il Design come leva strategica dello sviluppo di un territorio” in collaborazione con Regione Puglia, Comune di Lecce, Ordine degli Architetti di Lecce, Unioncamere Puglia e Confindustria Puglia.

Il seminario si svolgerà il prossimo 20 novembre presso la sede del MUST (ex Monastero di Santa Chiara in Lecce - via degli Ammirati, 11) ed è aperto ai soci ADI, designer, architetti, ricercatori ed imprenditori che potranno ritrovarsi per valutare e condividere il modello di disegno industriale che vorrebbero, caratterizzato dalla sostenibilità diffusa e da una dimensione europea.

Officine Tamborrino sarà tra le aziende selezionate per raccontare il proprio percorso d’impresa al pubblico. L’obiettivo è delineare il quadro dell'innovazione che si sta realizzando anche qui tramite il design e la contaminazione dei popoli e delle discipline: un'innovazione accessibile, socialmente corretta, sostenibile dal punto di vista ambientale e delle risorse, che può diventare un nuovo modello culturale ed economico in grado di reinventare la società.

La partecipazione all’evento dà diritto ai crediti formativi per i soci ADI e per gli iscritti all’Ordine degli Architetti.

Per informazioni su programma e adesioni: y.cutolo@adi-design.org 02-33100164

Image
29
OTT

Officine Tamborrino vi invita alla presentazione del libro "Teresa Manara" di Luisa Ruggio - 31 Ottobre 2014 alle ore 20:00

A Ostuni va in scena un nuovo appuntamento dedicato alla cultura presso lo spazio design di Officine Tamborrino.

Venerdì 31 Ottobre alle ore 20:00 avrà luogo la presentazione del libro "Teresa Manara" di Luisa Ruggio (edizioni Besa) alla presenza dell'autrice, a chiusura di una giornata di promozione della lettura nell’ambito del circuito #Libriamoci che la vedrà impegnata nelle scuole superiori con reading e dibattiti.

Il testo è ambientato negli anni '50 e ruota intorno alle vicende della protagonista che emigra dall'Emilia al Salento e vive il sogno di avviare un'attività legata alla produzione vitivinicola.

Il vino diventa dunque un simbolo di sviluppo e identità, come oggi ci raccontano anche le numerose associazioni per la promozione delle eccellenze territoriali. Un esempio importante in tal senso è costituito da WineLandScape, a cui ha aderito anche Officine Tamborrino: si tratta di una piattaforma di eventi e servizi nata in seno al Polidesign di Milano per mettere in rete le varie “Wine Stories” dei territori che rappresentano l’Italia localmente e nel mondo.

Considerato che il vino è il “miglior socialmedia 2.0, non digitale”, la serata si concluderà con un rinfresco per la degustazione dei vini “Teresa Manara” Chardonnay e Negramaro di Cantele.

Ingresso libero

Per motivi organizzativi e di spazio è necessario inviare conferma di partecipazione a info@officinetamborrino.com

Image
09
OTT

Officine Tamborrino espone alla Biennale Interieur di Kortrijk (Belgio), 17-26 Ottobre 2014

L'autunno 2014 di Officine Tamborrino si chiama Biennale Interieur.

Al prestigioso appuntamento internazionale di Kortrijk in Belgio dal 17 al 26 Ottobre, portiamo la nostra idea circolare di design, quella che alimenta le sinergie, le collaborazioni, i confronti che sono la linfa vitale del nostro brand.

Non solo complementi d'arredo metallici quindi, ma espressioni di una filosofia aziendale che fonde la creativita' di Officine Tamborrino e la progettualita' di Scaff System.

Tutto questo si esprimera' gia' a partire dal nostro spazio espositivo, una vera e propria installazione chiamata "Infinito", che vuole accogliere i visitatori in una dimensione inedita in cui acciaio ed emozione diventano le parole chiave.

E' la nostra nuova frontiera, dopo le sfide che si sono susseguite nei mesi scorsi, e vi invitiamo a viverla insieme a noi attraverso gli aggiornamenti su facebook.com/officinetamborrino o magari visitandoci in fiera allo stand 401 del Padiglione 4.

Contattateci per maggiori informazioni a info@officinetamborrino.com , sono ancora disponibili i biglietti d'ingresso per i nostri partners e clienti!

Image
02
SET

Officine Tamborrino sponsor tecnico del Festival Attraversamenti 5-7 settembre 2014

Officine Tamborrino, il design brand del gruppo Scaff System, rinnova la propria presenza in qualità di sponsor tecnico al Festival Attraversamenti, giunto alla sua seconda edizione, organizzato dall'associazione culturale presentecontinuo dal 5 al 7 settembre a Ostuni.

L'azienda allestirà le scenografie urbane che caratterizzeranno l'identità e i percorsi del festival, mentre all'interno degli spazi aziendali verrà allestita una selezione della mostra "Acqua, Terra & Design" dell'Associazione no-profit H2O, menzione d’onore per il Design Sociale alla XXIII Edizione del Compasso D’Oro 2014 di Milano. Saranno presentati alcuni dei progetti originali dei più famosi architetti, designer e grafici che affrontano il tema dell'acqua come risorsa con soluzioni collegate al territorio, all'ambiente e alla sostenibilità.

Il 5 e il 6 settembre dalle 18:00 in poi, sempre negli spazi aziendali, si terrà un workshop aperto al pubblico a cura di Luca Fois, Creative Advisor e Docente della Scuola di Design del Politecnico di Milano, dedicato alle varie sfaccettature del tema ACQUA e dei suoi innumerevoli significati sociali, culturali, ambientali.

Seguiranno due tavole rotonde con interventi di accademici ed esperti, per fornire punti di vista qualificati e trasversali e generare stimoli per una riflessione attiva su come legare il tema dell'ACQUA alla progettazione di design.

Qui di seguito il programma dettagliato:

Venerdi 5 Settembre

H 18.00/22.00 – presentazione della Mostra "Acqua, Terra & Design" dell’Associazione no-profit H2O, a cura di Cintya Concari (Presidente) e Roberto Marcatti (curatore)

H 18.00/19.30 – 1° sessione workshop "Acqua&Design" aperto al pubblico: “Problematiche e Potenziali”

H 19.30/21.00 incontro pubblico con:

Prof. Francesco Zurlo (Politecnico di Milano) - “Acqua: scenari per il Design Strategico”

Dott.ssa Giorgia Turchetto (Fondazione Fitzcarraldo) - “Acqua, cultura e creatività : enzimi per la valorizzazione del territorio. Come trasformare un bene in risorsa”

Designer Federico Picone (MDA – Mediterranean Design Association) - “Acqua e Design Mediterraneo”.

Moderatore Luca Fois (Creative Advisor e Docente della Scuola di Design del Politecnico di Milano)

Sabato 6 Settembre

H 18.00/22.00  - Apertura della mostra "Acqua, Terra & Design" dell’Associazione no-profit H2O

H 18.00/19.30 – 2° sessione workshop "Acqua&Design" aperto al pubblico: “Problematiche e Potenziali”

H 19.30/21.00 incontro pubblico con:

Avv. Fabiano Amati (Steering Group of the European Innovation Partnership on Water - Consigliere regionale della Puglia) - “Scenari pugliesi e Innovazioni europee “

Prof. Piero Persico (Economista della Complessità) - “Green & Blue Economy”

Moderatore Luca Fois (Creative Advisor e Docente della Scuola di Design del Politecnico di Milano)

Ingresso libero

E' possibile registrarsi al seguente link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-acquadesign-workshop-12893060491

Per maggiori dettagli: info@officinetamborrino.com oppure +393486122695

Image
03
APR

Officine Tamborrino al Fuorisalone Milano Design Week

Officine Tamborrino, il nuovo esclusivo marchio italiano dedicato ai complementi d’arredo metallici contemporanei, sarà presente al Fuorisalone Milano Design Week dall’8 al 13 aprile 2014 per il secondo anno consecutivo e in duplice veste.

In qualità di partner tecnico di Ventura Lambrate, l’azienda fornirà tutte le strutture metalliche per la scenografia generale a forma di alveare dell’esposizione collettiva dei 49 designers emergenti all’interno del padiglione di Ventura Hive. Si tratta di un importante sviluppo nel percorso di crescita aziendale e nella sinergia già avviata con lo staff di Ventura dopo la collaborazione del 2013.

Inoltre, Officine Tamborrino sarà presente come espositore negli spazi di via Ventura 15 a Milano, dove presenterà la propria collezione ampliata e aggiornata. Saremo lieti di condividere interpretazioni e suggestioni innovative sull’uso dell’acciaio e sull’identità del design, attraverso installazioni artistiche e i prodotti esposti presso la nostra area espositiva.

In particolare saranno in evidenza le librerie modulari, le cassettiere, i tavoli, le lampade da tavolo e da terra, gli accessori per ambienti domestici e da ufficio: portariviste, fermalibri, appendiabiti e i progetti più recenti del design 2014.

Officine Tamborrino rende gli orizzonti espressivi dell’acciaio ancora più ricchi e vitali, grazie all’unione fra tradizione e futuro, continuità e innovazione, linearità e sperimentazione.

Quest’anno nuove prospettive vengono introdotte grazie a “Feeding creativity”, un progetto elaborato in collaborazione con l’associazione culturale Presentecontinuo e i partecipanti al Master in Design Strategico del Polidesign di Milano, con la supervisione degli esperti in comunicazione di Leftloft. Un team di persone da tutto il mondo è al lavoro per unire le proprie competenze in maniera trasversale e definire i nuovi scenari di sviluppo per Officine Tamborrino.

Saremo lieti di accogliere i nostri partners e i visitatori presso la nostra area espositiva durante le giornate del Fuorisalone e in occasione dei seguenti eventi:

"Feeding Creativity" Welcome cocktail party l’8 Aprile 2014 alle 17:30

Week-end cocktail party l’11 Aprile 2014 alle 17:30

Durante gli eventi, i visitatori avranno la possibilità di degustare un’accurata selezione di prodotti e vini tipici della Regione Puglia, gentilmente offerti dalle Cantine San Marzano e dal GAL Alto Salento, per un piacevole connubio tra arte, design, stile italiano e cibi di qualità.

Ingresso libero.

stampa facebook